Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

30 gennaio 2014

Noioso, noioso, noioso


L'umanità è da sempre affascinata dal Lato Oscuro. Anche oggi ci si appassiona (morbosamente?) alla cronaca ed alla criminologia, si guarda al mondo di “Star Wars” con particolare simpatia per i Sith e si favoleggia sugli artisti maledetti. Uno dei più famosi tra questi è Caravaggio, al secolo Michelangelo Merisi, che ha ispirato storie, film, libri e documentari, non solo per la sua arte, ma anche per le sue vicende personali. Genio, sregolatezza, fascino e mistero: un personaggio che ha tutto per rendere un libro sulla sua storia irresistibile, eppure...

Il libro Caravaggio - Il fuoco oscuro di Linda Murray è proprio una biografia romanzata del grande artista italiano, raccontata dal suo ipotetico assistente. Tuttavia l'opera risulta di una lentezza esasperante! Ci sono pagine e pagine di vuoto assoluto, prive di pathos, quanto di funzionalità narrativa. L'idea che mi sono fatto è che l'autrice abbia voluto a tutti i costi superare le quattrocentocinquanta pagine pur avendo materiale per non più di un centinaio. 

Sorvolando sul ritratto che emerge dell'artista, cioè quello di un innocente vittima degli eventi, un ragazzo difficile che si trova coinvolto suo malgrado in qualche scaramuccia, solo perché indurito dalla vita (in alcuni passi sono andato a controllare se sotto la sovracoperta ci fosse in realtà scritto Charles Dickens invece di Linda Murray), perché in fondo si tratta di un romanzo e l'autrice è libera di interpretare le vicende come meglio crede, la lettura è ulteriormente ostacolata dai refusi: sono più le pagine che ne contengono che quelle che ne sono prive, cosa ancor più intollerabile, se si considera il prezzo di copertina.

Un libro sciatto, noioso e sterile, uno sgarbo che Caravaggio decisamente non merita.


Recensione a cura di Diego Rosato


Caravaggio. Il fuoco oscuro di Linda Murray, Aliberti Editore, 464 pagg, 20 euro


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!