Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

13 luglio 2013

Successo al Poetry Slam Beltempo – Casa delle Arti. Il primo vincitore è Luciano Posti.

Luciano Posti é il vincitore del primo Poetry Slam organizzato da Beltempo- Casa delle Arte, Fondi, e Reader's Bench
Grande successo per la prima puntata del Poetry Slam targato Beltempo – Casa delle Arti condotta dai poeti Daniele Campanari e Simone Di Biasio. 


Nell’incantevole spazio del Beltempo illuminato dalla luna e le stelle si sono esibiti concorrendo a suon di versi sei poeti provenienti da Fondi ma anche da Città della Pieve. Già, perché il primo e unico Poetry Slam della provincia di Latina ha accolto un concorrente che, dal punto di vista residenziale e natio, con il Lazio centra poco. Si tratta di Luciano Posti, giunto al Beltempo proprio dalla provincia perugina, per aggiudicarsi la vittoria al primo appuntamento sbaragliando la concorrenza di tutti gli altri che, comunque, hanno offerto poesie di indubbiaqualità.  

Posti non è un nuovo in quanto a partecipazioni in Poetry Slam. Ma non è nuovo nemmeno in quanto ad organizzazioni. Infatti, oltre ad aver concorso per numerosi Slam in varie parti d’Italia, è anche uno degli organizzatori di questi concorsi poetici a tema sul territorio nazionale. Posti ha stupìto i tre giudici occasionali scelti tra il pubblico aggiudicandosi la palma del migliore con 28 punti totalizzati. La sua poesia, dalla forte matrice ironica, non ha lasciato indifferente nessuno. Tutto condito da una buona predisposizione verso l’esposizione orale. D’altronde, Posti non è soltanto un concorrente/organizzatore/poeta. È anche uno sceneggiatore teatrale. E saper declamare i propri versi come farebbe un attore è come possedere la settima marcia per una monoposto da corsa. 


Il Poetry Slam farà visita al Beltempo – Casa delle Arti (corso Appio Claudio, 80 – Fondi) ogni due giovedì del mese. Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 18 luglio. Per partecipare basta prenotarsi entro il mercoledì che precede la serata attraverso la pagina Facebook del Beltempo. 

A cura di Daniele Campanari

Per tutte le foto della prima serata clicca qui

Il video della prima serata con l'intervista a Luciano Posti, il vincitore: 



Maiali! Grunf!

Maiali… raffinati,
voi, ai vostri posti assegnati / coi sederini riscaldati,
comodi e seduti, non grufolate più / perché quei tempi sono scaduti.

Maialotti! Grunf!
Maialotti dal palato fine…
I vostri tavoli sono colmi di vitamine / carne, pesce e fettuccine,
contorniate da buon vino, fiumi di birre, intrugli di alcolici colorati,
dai cocktail più elaborati… / voi tutti presi, tutti avanti,
vi sbavate le leccornie e… fate a gara con le sbornie.
Maialotti! Grunf!
Vi riempite fino a che non siete cotti!

Maialini! Grunf!
Maialini… Porcellini.
A pancia piena e con la testa fusa / ora avete anche una scusa 
Per esprimere liberamente / quello che vi passa per il corpo e per la mente:
Rutt! Sigh! Prrr!

Maialoni! Grunf!
Maialoni senza i… lasciamo perdere…
Adesso, sazi o scoppiati / qualcuno già mezzo porco / gli altri stesi o sciroppati,
riflettete sulla vita / e quel che conta non si cita,
perché, nascosto tra le zampe / non si muove e non vi rompe,
ma, seppure inattivo, vorrebbe un ruolo… / quello da grande divo!

Maialastri! Grunf!
Maialastri… peccaminosi…
Porci! Dai desideri cavernosi… se solo poteste.
Le vostre compagne dicansi Maialone, 
anzi, a termine di buon dizionario, senza allusioni, per carità
e senza voglie / diciamo pure che sono delle grandi… troie!


Oh! Bellissime porcelline… scusate: maialine,
con due file di pocce: quelle che portano la terza o la quarta
e quelle che se le sognano… le bocce!
Quelle che se lo sono rimpolpato, o meglio, rigonfiato,
ora stanno bene attente e cercano un appiglio al suolo,
perché, quello, a 10 atmosfere, c’è pericolo che prenda… il volo!

Maiale! Grunf!
Maiale… tout cour.
Come vi piacerebbe sentirvelo dire / prima di… morire.
Avete fatto di tutto / avete persino modificato il vostro… prosciutto;
una volta era grasso ed adiposo / ed ora è snello, sodo, magro e … polposo,
ma i vostri porcelli / sebbene grossi, alti, paffuti e belli,
si sono presi tutti quella malattia / quella che raccontava la vecchia zia,
tale sindrome dell’agnello / quella per cui cresce la trippa e cala… l’uccello!

Maiali miei… e maiale anch’io, Grunf!
Sempre presi dai banchetti, balli e suoni / spumanti e manicaretti,
feste e party a non finire / fino a crollare, fino a … dormire…
Maiali miei, Grunf!
Che vi divertite fino a giorno inoltrato…
Maiali miei…

Perché non mi avete invitato?



Lupo Angel (Luciano Posti)



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!