Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

3 luglio 2013

Incubo steampunk


Dopo aver ascoltato la presentazione di questo libro ad Imaginarium 2013, seguendo il mio istinto, ho deciso di acquistarlo, attratto perlopiù dal vapore che trasudava dal volume. Non è infatti facile trovare della letteratura steampunk degna di nota... per niente!

In un mondo lontano dalla Terra, un mondo desertico, ostile, pieno di insidie, gli uomini hanno sviluppato un'incredibile abilità meccanica (e poco altro), fino a creare delle gigantesche navi su ruote. Questi particolari mezzi di trasporto sono dotati di una loro coscienza e spesso si rivelano tutt'altro che amichevoli con il proprio equipaggio. In questo squallido scenario si intrecciano le vicende di pochi disperati esseri umani.

Solitamente la fantascienza, più che un genere è un'ambientazione, un contesto, uno stile. Credo che siano veramente poche le opere che si possono considerare di pura fantascienza, quando piuttosto si tratta di gialli di ambientazione fantascientifica, distopie fantascientifiche, avventure fantascientifiche, ecc. Mondo9 è forse una di quelle poche opere di puro steampunk. Esso si compone di quattro storie, unite da interludi, vicine tra loro, ma non direttamente connesse ed il loro scopo, più che di narrare un filone di vicende continuo e chiuso, è di rappresentare un mondo, un'ambientazione... un incubo di vapore, sabbia ed acciaio e gli incubi, si sa, non hanno un inizio ed una fine e spesso non hanno nemmeno una sequenza dettagliata e continua.

Anche lo stile di questo libro è particolare, quantomeno ambivalente: la narrazione è composta da un racconto classico in terza persona, inframmezzato da passi in prima persona, ritagli di diari o semplici appunti dei protagonisti della storia. Questi continui cambi di prospettiva contribuiscono a disorientare il lettore ed accentuare il senso di disagio ed oppressione che si respira nel caldo soffocante di Mondo9.

Senza dubbio un libro di non semplice interpretazione e non facile digeribilità, ma devo ammettere che di letture così particolari ne ho trovate veramente poche.

A cura di Diego



Mondo9 di Dario Tonani, Delos Books, 168 pagg, 12,80 euro

Voto 7/10




0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!