Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

9 aprile 2013

DAVID LLOYD, ROMICS D'ORO 2013


L'incontro a cui abbiamo avuto l'onore di partecipare noi di RB al Romics di quest'anno ha dell'epico. Vedere e fotografare David Llloyd é stata un'esperienza unica e sentirlo parlare del suo lavoro e della nascita di V per Vendetta lo é stato ancora di più.

Nella semioscurità del padiglione 9, con le immagini dei suoi schizzi alle spalle e con davanti un buon bicchiere di vino, David Llloyd si é accomodato per raccontare la sua storia.

Quella di un uomo straordinario che ha iniziato la sua carriera sul finire degli anni '70, proprio nel momento in cui saliva al governo la Iron Lady che ci ha abbandonato proprio in queste ore.

Gli inizi alla Marvel, la creazione del vigilante Night Raven e la nascita del fumetto politico per eccellenza. Queste sono solo alcune delle tappe della carriera di David Lloyd, passato alla storia anche per il graphic novel Kickback ed in questi giorni coinvolto in un progetto didattico chiamato Cartoon Classroom.

Premiato con il Romics d'oro 2013 ed é stato il  protagonista di un incontro molto seguito, durante il quale é stato  accolto come una vera rockstar.

V per Vendetta nasce da un'idea di David Lloyd e di Alan Moore nel 1982. Il progetto era stato ideato  per una rivista indipendente  inglese (Warrior) in un momento storico in cui si diffondevano movimenti d'ispirazione fascista in Inghilterra.

David Lloyd con il suo immancabile bicchiere di vino
Erano anni difficili per il Regno Unito, diviso dalla crisi economica e dalle proteste dei minatori. Un periodo ideale per la diffusione di movimenti sovversivi ed anti democratici. In questo esatto momento nasce V per Vedetta per il quale sia Lloyd che Moore hanno le idee chiare.

Il personaggio sarà un anarchico terrorista che combatterà un regime dittatoriale; le sue saranno azioni focalizzate nello smuovere le coscienze, sopite, da una lunga dittatura. L'aspetto del personaggio riprenderà quello di Guy Fawkes, un rivoluzionario del XVI secolo, protagonista di una filastrocca molto nota, il cui volto é stato ricostruito grazie ad antiche incisioni.

Quello che invece doveva accadere durante le sue avventure non era ben chiaro all'inizio e Lloyd non mostra alcuna difficoltà ad ammettere che di settimana, in settimana il lavoro suo e quello di Moore prendeva vita sul momento, senza nulla di prefissato.

Gli unici elementi ben delineati erano: la caratterizzazione grafica, evitare le onomatopee, le didascalie, e le voci fuori campo. Ecco allora come e quando nasce il sucesso di un romanzo a fumetti che ha avuto la sua consacrazione con il film di James McTeigue del 2005.

Un classico del fumetto che trova la giusta collocazione anche, e soprattutto ai nostri giorni. La crisi che stiamo attraversando non é poi molto diversa da quella  in cui nacque V per Vendetta. Lo stesso humus e lo stesso, triste, pericolo che la libertà venga meno.

La gente non si cura della propria libertà, accetta passivamente le decisioni che vengono imposte dal governo; ne é convinto David Lloyd che avverte tutti i presenti.

E l'incontro con Lloyd diventa un approfondimento sulla realtà, sui ricorsi storici e sulle possibilità infinite che il fumetto ha di leggere ed interpretare ed anticipare il presente.

Quando sei un'artista, ammette Llloyd, non devi far altro che mettere a disposizione le tue capacità per cambiare il mondo.

Grande e immenso Lloyd!

A cura di Clara Raimondi


Lion ha ripubblicato (qualche mese fa) l'opera intera di V for Vnedetta di David Lloyd e Alan Moore in un libro da collezionare di 396 pagg e che potete trovare in libreria e on line a 39.95 euro

Il Trailer del film del 2005 di James McTeigue:





0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!