Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

15 gennaio 2013

KOBON THE ROAD. PROVE SU STRADA PER IL KOBO TOUCH

Il Kobo Touch é arrivato in Italia lo scorso 2 ottobre 2012

Finalmente mi hanno regalato un lettore ebook e ho avuto anche la fortuna di poterlo scegliere e nel mio caso ho pensato che l'ereader giusto per me fosse il Kobo Touch... Scarto senza esitazioni il mio pacchetto regalo e finalmente ho tra le mani il mio bambino mentre, nella mia testa, canto velocemente Tanti auguri a me, tanti auguri a me.


Bello é bello, ha un che di accattivante, non saprei spiegare cosa. E’ come la ragazza acqua e sapone che uno conosce una sera ma ti lascia qualcosa dentro...

Romanticherie a parte (sono proprio un tenerone) inizio a smanettare col mio Kobo. Le istruzioni non sono disponibili, poco male si scaricano da internet qui. C’è il lettore ed un cavo usb, appena lo accendo mi dice di scaricarmi il programma Kobo Desktop con il link dove andare (per i pigri lo trovate qua).

Una volta scaricato il programma occorre creare un account sul sito, questo vi permetterà di accedere al Market Kobo che vi permetterà di acquistare gli ebook.

Ok fatte queste operazioni, l’applicativo cambierà l’aspetto del Kobo in stand by, ovverò sostituirà le icone del Kobo con la scritta Mondadori (che si può modificare cercando su alcuni forum su internet).


Sul sito InMondadori e su Amazon trovate tutte le cover per il Kobo

Comunque inizio ad usare il mio Kobo, a proposito se non lo sapevate vi da 3 libri da scaricare gratuitamente, potete leggere qui i miei dubbi amletici a riguardo, ed inizio a spulciare il Market Kobo per cercare qualche perla tra i libri gratuiti. Sono in gran parte racconti però qualche pubblicazione più corposa si riesce a trovare (ho beccato un "Saggio sul cinema italiano del dopoguerra" che mi sta tenendo impegnato da parecchio).

Mi scarico qualche racconto e articolo varioin formato pdf e anche in epub. Sorpresa numero 1. Il Kobo legge gli epub ma, in realtà, legge un formato chiamato kepub, che è un formato di Kobo. Facendo qualche prova e girando sui vari forum, ho visto che all’inizio inserendo file epub il Kobo si comportava in maniera un pò anomala, poi ha ristabilito il normale comportamento e per ottenere questo risultato è bastato inserire i file epub usando il programma Calibre. Mi è sembrato che salvando i file sulla memory card si comporti meglio, approfondirò in seguito.

Kobo legge anche i pdf ed i cbr/z, però perde tutte le peculiarità del formato epub, come l’adattamento del testo in base ad alcuni parametri e lo trovo particolarmente comodo poter consultare un pdf senza la necessità di un computer. Ho caricato anche una rivista e la renderizza abbastanza bene, ovviamente per leggere gli articoli occorre ingrandire la pagina ma tant’è che la comodità non é indifferente.

Mi metto a leggere un pò...Wow!! Sorpresa numero 2. Dopo aver letto il mio primo ebook il Kobo mi da un premio e lo posso condividere su Facebook. Infatti un pregio del Kobo è il social reading che permette di condividere frasi da un libro, una cosa in più che invoglia la lettura e ti spinge a raggiungere degli obiettivi.


I colori disponibili sono: azzurro, rosa, argento, nero

Ho la necessità di acquistare una cover, ma il sito InMondadori non ha moltissimi accessori a disposizione, perciò provo a fare una prova e paradossalmente su Amazon sono reperibili molte custodie per il Kobo di tutti i prezzi. Ovviamente non sono i gadget ufficiali ma tant’è a chi basta qualcosa di più semplice c’è molta scelta. Se poi volete evitare di acquistare dalla concorrenza, cercate anche sul sito di Play.com, proprietà della Rakuten, la stessa azienda giapponese che produce in Kobo.

Gli ebook però vanno acquistati dal sito InMondadori, che vi reindirizzerà, a sua volta,  al sito della Kobo. I libri possono essere aggiunti (previo pagamento, naturalmente) alla libreria personale e poi caricati sul dispositivo mediante il programmino di gestione sul PC o appena il nostro amico si connette ad una rete wi-fi. Oppure si scarica un file che poi può essere aperto mediante un altro programmino Adobe Digital Editions. In effetti per molte cose servono diversi programmi, non è il massimo della praticità certe volte.

Comunque sono molto soddisfatto di avere questo nuovo lettore ebook tanto che me lo porto sempre dietro. La praticità é l'elemento che mi da più soddisfazioni, per me che viaggio sempre in treno é perfetto perché mi permette di non portarmi in viaggio mattoni smisurati oppure più libri dietro quando ne ho uno che sto per finire di leggere.

Per il resto posso dirvi che questa é una piccola svolta tecnologica nella mia vita, non so dire se sia meglio o peggio rispetto ad altri dispositivi, ma sicuramente la comodità del lettore ebook non ha né marca né modello.

Readers, avete anche voi un Kobo? Come vi siete trovati? 

A cura di Claudio Turetta






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!