Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 novembre 2012

LA GIUSTIZIA RIPARATRICE DI PHILIP ROTH


Alla fine Nemesi é arrivata, e con questo non voglio parlare solo dell'ultimo romanzo dello scrittore ma anche di quella giustizia riparatrice che mette fine ale fatiche della nostra esistenza. Alle ansie, alle frustrazioni, alle ingiustizie che l'hanno costellata e che trovano finalmente una sana e giusta consolazione.


Philip Roth dalla sua penna ha avuto tutto quello che uno scrittore possa desiderare: fama, successo, premi e soprattutto tanti, tantissimi lettori affezionati. Anche se quel premio Nobel dato allo sconosciuto Yan brucia e non poco e, per lui, é giunto il tempo di appendere la penna al chiodo. Sarà veramente così? Uno scrittore, grande o piccolo che sia, può veramente smettere improvvisamente di scrivere storie?

Forse si o almeno può terminare il gesto creativo ma le storie, quelle no, che non l'abbandoneranno mai.  La possibilità che Nemesi, poi, sia l'ultimo appuntamento in libreria con Roth non mi spaventa, ho tutto il tempo di riscoprirlo nella lettura dei suoi capolavori.

In attesa di quest'ultima uscita vi consiglio di leggere, qualora non l'aveste fatto, Quando lei era buona, un libro del 1967 e scritto tra Goodbye Columbus e Il lamento di Portnoy del'69.

L'unica protagonista femminile di Roth e la prima presentazione di quella Nemesi che  ritroveremo tra qualche mese in libreria.

Lucy Nelson, per scappare da un passato atroce, cerca di redimere qualunque disgraziato le capiti sotto mano e come una dea amministratrice di giustizia cerca di espiare delle colpe che non ha mai avuto, tentando, disperatamente, di aiutare gli altri ma anche sé stessa.  Fino al momento in cui incontra Roy ma anche qui l'amore é un'illusione fino al momento in cui si convince che quello di cui aveva sempre avuto terrore é ormai una certezza e pagina dopo pagina veniamo trascinati in un incubo di follia e disperazione. Nemesi ha perso le sue ali e si é schiantata sulla realtà umana per la quale doveva essere una dispensatrice di giustizia e armonia.

Il cerchio di Philip Roth si sta magicamente chiudendo.

A cura di Clara Raimondi


Quando lei era buona di Philip Roth, Einaudi, 303 pagg, 20 euro, in formato e-book a 9.99 euro


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!