Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

9 ottobre 2012

DRAGONLANCE PER INIZIARE



Adoro il fantasy, quasi da sempre, o per lo meno da quando ho imparato a leggere. Ma sono un appassionato atipico. Si perché se si facesse un sondaggio si scoprirebbe che la maggior parte dei più accaniti lettori di fantasy hanno cominciato dal Signore degli Anelli. E in percentuale viene subito dopo Lo Hobbit. Io non rientro in questa maggioranza.



Mia sorella, che allora gestiva le mie letture, riteneva Tolkien troppo pesante per un bambino di nove anni. Ma il suo fidanzato, il mio mentore, ebbe compassione di un povero bimbo che, esauriti Roald Dahl e tutti i classici per l'infanzia, non sapeva più che leggere per soddisfare la propria voglia di mondi nuovi. Fu così che in due anni (a undici anni passai finalmente a Tolkien) lessi tutto quello che a quei tempi offriva la premiata ditta Weis-Hickman.

Parlo di Margaret Weis e Tracy Hickman, gli autori della famosa saga di Dragonlance. Qualcosa di vecchiotto ormai, ma che consiglio vivamente a tutti quelli, bambini di nove anni e non, che vogliono avvicinarsi alla letteratura fantasy. C'è tutto quello di cui si ha bisogno per partire: ci sono gli elfi, i nani, le guerre, la magia, un'ambientazione e dei personaggi usciti dritti dritti da Dungeons & Dragons

Se poi siete già degli esperti allora non abbiate paura di approcciarvi ad una saga che, alla luce dei nuovi sotto-generi, può sembrare fin troppo “classica”, ma che potrà ancora sorprendervi con una trama, degli intrecci e uno spessore che fin troppo spesso non trovo in pubblicazioni più recenti. 

A cura di Giuseppe Recchia



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!