Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

4 maggio 2012

MI RIMETTO IN FORMA CON IL SOLLEVAMENTO LIBRI



Non so voi ma a me tutto questo parlare di diete mi mette una fame ....


Spuntano come funghi (tanto per restare in tema) decine di volumi che propongono soluzioni miracolose.

Sarà ma la sola idea di fare la prova costume mi apre ancora di più lo stomaco e mi viene una voglia pazza di afferrare un libro e non per scovare il consiglio giusto per dimagrire, ma per trovare nuove idee da sperimentare in cucina.

E’ qui che con la radio o qualche cd (se solo riuscissi a trovare la raccolta di Duke Ellington) mi sento libera di creare. In attesa che un giorno ne abbia una tutta mia, immensa, super attrezzata, con una grande libreria capace di contenere tutti i libri che alimentano la mia passione, mi accontento di sfruttare quei pochi momenti in cui ho campo libero.

Mi sento come la mamma e la zia Teresa di Simonetta Agnello Hornby in Un filo d’olio (Sellerio, 266 pagg, 14.00 euro) che sfruttavano le pennichella della nonna Maria, per preparare dolci e golosità di nascosto dalla padrona assoluta della cucina.

200 ricette con il wok e altrettante con il barbecue (entrambe De Agostini, 240 pagg, 6.90 euro) credo che non basterebbero alla mia voglia di sperimentare. E poi perché solo duecento, ogni libro di cucina che si rispetti secondo me ne dovrebbe contenerne almeno 365.

Non c’è niente di meglio che preparare nuovi piatti ed avere l’opportunità di avere amici o i propri cari a tavola ed avere la possibilità di Stupire in cucina (Fabbri, 144pagg, 12.90 euro) come ci assicura di poter fare Simone Rugiati.

Ma la passione per la cucina può essere veicolo di altre storie, dove il cibo diventa il mezzo anche per innamorarsi per La collezionista di ricette segrete (Allegra Goodman, Newton Compton, 478 pagg, 9.90 euro).

In ogni caso l’importante è non perdere La bussola del piacere (David J. Linden, Codice, 210 pagg, 23.10 euro) o almeno non fare in modo che sia lei è governarci, anche se a quanto pare la scienza ha dimostrato che ogni dipendenza, anche quella da cibo, derivi da case fisiologiche più che dalla volontà dell’individuo.

Sono le 23.10 sta per finire la puntata di Nero Wolfe che ha appena preparato il suo famoso curry di pesce ed io ho fame ... di nuovo!

A cura di Clara Raimondi

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!