Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

10 aprile 2012

A VOLTE FINISCONO



Uno dei motivi che allontanano a volte i lettori dal genere fantasy, è certamente la lunghezza di alcune serie. Che siano trilogie o saghe più lunghe, molti non vogliono aspettare anni per vedere la fine della storia.


Ma a volte queste serie vedono finalmente la fine, ed è in quel  preciso momento che ci si può avvicinare a queste storie con più tranquillità. In questi giorni sono finite due fra le serie più seguite degli ultimi anni.
La prima è la serie di “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo” di Rick Riordan.

Perseus Jackson, figlio di Poseidone è finalmente pronto allo “Scontro Finale”, al quale si è preparato insieme ai suoi amici tutto l'anno. La battaglia contro i Titani è imminente. L'armata di Crono è infatti più forte che mai, grazie all’arruolamento di Dei e semidei traditori fra le sue file. Mentre gli Dei sono impegnati a contenere l'assalto di Tifone, Crono avanza verso New York, dove il Monte Olimpo, aspetta solo di essere espugnato. Sarà compito di Percy e del suo agguerrito seguito di semidei fermare l'ascesa del Signore del Tempo e difendere la divina dimora.


Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo: Lo Scontro Finale  di Rick Riordan, Ed Mondadori, 360 pagg, 17 euro

Riordan con questa serie ha venduto milioni di copie in tutto il mondo, appassionando ragazzi di tutte le età. La saga del figlio di Poseidone, è stata considerata da molti, come la vera sostituta della saga di Harry Potter. Il successo di critica e pubblico sta li a testimoniarlo. L’autore ha iniziato nel 2010 una nuova serie, seguito di quella di Percy, ma con protagonisti diversi, dal titolo “Gli Eroi dell’Olimpo”, che probabilmente vedremo presto in Italia. Per chi fosse interessato, su Reader’s Bench potete trovare le recensioni dei primi tre volumi di questa saga.


La Notte del Corvo di James Barclay, Ed Nord, 492 pagg, 19,60 euro


La seconda serie che vede la fine ha sicuramente un taglio molto più adulto: Le Cronache del Corvo di James Barclay. Con il terzo volume, “La Notte del Corvo”, la compagnia di mercenari torna in azione dopo cinque anni. Il Corvo ha neutralizzato gli effetti del terribile incantesimo Rubaurora. La pace ha consentito all'Ignoto e ai suoi compagni di riprendere un'esistenza normale, e alla maga Erienne e al mago Denser di coronare il loro sogno d'amore con la nascita di una bellissima bambina, Lyanna. Ma la gioia immensa rischia di diventare una minaccia per il mondo di Balaia.

Lyanna è infatti dotata di poteri devastanti, che stanno causando terremoti e irreversibili cambiamenti climatici. I draghi sono stati i primi a soffrirne, ma anche gli uomini ora, temono il peggio. I sovrani dei regni di Balaia decidono di richiamare il Corvo, affidandogli una missione ben precisa: neutralizzare gli effetti della magia di Lyanna, a qualunque costo. Temendo per la sorte della figlia, Erienne fugge con lei, lasciando al Corvo una terribile scelta: darle la caccia come se fosse un nemico, oppure tradire la fiducia dei governanti e di tutta Balaia in nome della loro amicizia.

La serie di Barclay, con dei personaggi vivi e uniti, riesce a catturare i lettori, trasportandoli in mezzo al gruppo di mercenari, Il Corvo, facendoci sentire parte della loro avventura. Con questo volume finisce la prima serie dedicata al Corvo, alla quale in inglese ha fatto seguito la trilogia “Leggende del Corvo” e il romanzo a se stante “Ravensoul”. Su Reader’s Bench la recensione del primo volume della serie: “La Compagnia del Corvo”

A cura di Davide Restelli

4 commenti:

katia860 ha detto...

La prima anche perchè è finita ho deciso di iniziarla... per non contare il fatto che è già disponibile una versione economica, il che non guasta.
La seconda, non so, diciamo che non sono propriamente un'appassionata di fantasy puro

Giovanni Pisciottano ha detto...

I libri fantasy sono tra i miei preferiti e molte serie che seguo vanno avanti per anni, ma anche l'attesa è piacevole. Le due saghe dell'articolo non le ho lette, Percy Jackson mi attira ma l'elevato costo dei libri mi ha sempre trattenuto, penso di aspettare versioni più economiche.

Davide ha detto...

Katia penso non te ne pentirai, non è una saga "adulta" come quella di harry, ma se apprezzi la mitologia ti divertirà molto. La seconda è una saga puramente fantasy vecchio stampo, ma magari dagli lo stesso un occhiata in libreria, il primo è un bellissimo libro.

Giovanni è vero che l'attesa a volte è piacevole, ma dipende dai tempi. G.R.R. Martin è ad esempio troppo lungo nei tempi e si rischia, come nel caso di Robert Jordan, di veder morire l'autore e vedere la saga finita da un altro. Un po' troppo a mio parere. Ogni tanto avere una serie completa da leggere tutto d'un fiato fa piacere.
Se ti può interessare, ti comunico che i primi due libri della saga di Percy Jackson sono usciti in edizione Oscar.

Giovanni Pisciottano ha detto...

Martin rovina l'attesa con date di scadenza che puntualmente non rispetta, comunque il tempo tra l'uscita di un libro e il seguito l'occupo leggendo altri libri che non mancano mai, più leggo e più scopro autori che meritano di essere letti. Percy Jeckson si trova nella mia lista di acquisti da fare insieme a molti altri libri.

Posta un commento

Lascia un commento!