Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 aprile 2012

THE RAVEN



James McTeigue si lancia, dopo due film puramente di azione come “V per Vendetta” e “Ninja Assassin”, in una pellicola che tende la mano al thriller, fregiandosi della presenza di un personaggio d’eccezione: Edgar Allan Poe.


Ambientato a Baltimora, nell’ultima settimana di vita di Poe, la storia ci catapulta in una serie di omicidi che ricordano in maniera inquietante alcuni dei racconti dello scrittore di Boston. All’inizio il detective Fields, lo considererà un sospetto, ma ben presto Poe si troverà ad essere il centro delle follie di questo omicida che, rapita la sua amata Emily, lo sfiderà a risolvere il caso, per salvarla.

Mi son seduto al cinema con la paura di trovarmi davanti ad un clone dei film dedicati a Sherlock Holmes, ma sono stato smentito.

La storia scorre coerente, creando un filo di mistero e non risultando in un finale scontato. Il compito di intrattenere è stato portato a termine, ma a volte si ha l’impressione che i racconti di Poe che hanno ispirato la pellicola, siano stati incastrati in maniera un po’ forzata, modificandone alcuni aspetti per sopperire alle incongruenze. Il risultato finale però non perde di ritmo, trasmettendo a chi guarda quel senso di urgenza legato al tempo che passa e a Emily che potrebbe morire.


Edgar Allan Poe è stato caratterizzato molto bene. Un uomo povero, ma pieno di spirito, i cui incubi e visioni macabre sono state la sua sola fonte di sussistenza.

E’ intuitivo, ma non risulta mai in pieno potere delle sue abilità intellettive. La paura di perdere Emily e i liquori che gli scorrono in corpo, gli annebbiano la mente, che riesce solo a tratti ad essere lucida e focalizzata. Molto riuscito è il personaggio del detective Fields che nonostante risulti un po’ troppo impostato, conquista lo spettatore sin dalle prime battute.

Piccole note negative sono sicuramente le scene dei delitti che, nonostante si possa comprendere il bisogno che risultino macabre, scadono troppo nello splatter, cosa che potrebbe piacere ad alcuni, ma disturbare altri.

Nel complesso “The Raven” è un buon film, che sicuramente gli appassionati di thriller e gialli apprezzeranno, ma che non riesce, per piccole pecche, ad essere un capolavoro.


Ovviamente va da se, se amate Edgar Allan Poe è un must.

A cura di Davide Restelli

Suggerimenti per la lettura:


Tutti i racconti del mistero, dell’incubo e del terrore di Edgar A. Poe, ed Newton Compton, 448 pagg, 7.00 euro

2 commenti:

Stefania ha detto...

Mi è sfuggito il film! Mi hai incuriosita e non mancherò di andare a vederlo, anche perchè ho letto e apprezzato i racconti di Edgar Allan Poe. Grazie!

Davide ha detto...

Prego Stefania. E' sempre un piacere riuscire a consigliarvi qualcosa di nuovo. Siamo qui per questo in fondo! Poi facci sapere cosa ne pensi.

Posta un commento

Lascia un commento!