Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

20 dicembre 2011

Caos arabo di Riccardo Cristiano


Si chiude così, con l’ultimo incontro con Riccardo Cristiano, la seconda edizione di Equilibri. Informazione, rispetto per le altre culture ma anche legalità e ambiente sono stati gli elementi fondanti di questa manifestazione e tutti, incredibilmente, racchiusi  nel libro dello scrittore romano.


Caos Arabo (Mesogea) è un libro inchiesta che va alla ricerca delle reali ragioni che hanno portato ai fenomeni rivoluzionari degli ultimi anni.

Una ricerca che fin da subito chiarisce le differenze storiche, politico-religiose di tutti quei paesi che, erroneamente, vengono definiti sotto un’unica nomenclatura. Parlare di Paesi Arabi non ha alcun senso, soprattutto se non si conosce la storia di ognuno di loro.

Storie diverse che hanno dato, nel tempo, esiti differenti ed è per questo che esistono peasi moderati come la Turchia che con il tempo si è saputa sostituire all’ex Urss per il controllo dei traffici commerciali o l’Arabia Saudita, le cui rendite petrolifere sono rinvestite nella banche americane e non da e per la popolazione.

Allo stesso modo esistono in Medio Oriente paesi laici e fondamentalisti, democrazie e regimi totalitari, dove la religione è il pretesto per controllare la popolazione o il rifugio della maggioranza dei cittadini che vive in condizioni disumane.

I media arabi hanno sostituito all’eterno senso d’inferiorità, una maggior coscienza civile e la consapevolezza di riuscire a cambiare le cose solo dall’interno, eliminando le dittature e i fondamentalismi.

Per la causa dei diritti civili nei paesi arabi sono stati fondamentali i social network che hanno permesso alle persone di sconfiggere la paura delle dure repressioni e di riversarsi in piazza per manifestare il loro dissenso.

Internet è stato il ponte tra i blogger siriani e quelli palestinesi che si sono ritrovati ad avere la stessa idea sulla fine dei regimi dittatoriali.

Riccardo Cristiano è chiaro anche nelle delucidazioni sul colonialismo e sulle responsabilità dei singoli "Imperi".  I paesi occidentali hanno sfruttato e derubato questi paesi e favorito la nascita dei regimi ma adesso sta ai popoli arabi lottare per un futuro migliore.

A cura di Claretta