Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 maggio 2011

L'INFEDELE


Ieri la notizia: Roberto Saviano continuerà a pubblicare con il gruppo Mondadori.

Maurizio Costa, amministratore delegato della Mondadori, lo ha affermato ieri  durante l’Osservatorio dei giovani editori a Bagnaia (Siena).


Qualche mese fa la notizia, invece, dell’abbandono di Saviano e della scelta di pubblicare il suo libro Vieni via con me con la Feltrinelli. Un decisione che spiazzò il mondo dell’editoria e che era nata dopo che l’autore dedicò la sua laurea onoris ai magistrati di Milano impegnati nei processi contro il Presidente del Consiglio.

Siamo contenti che la crisi si sia ricucita e che a breve uscirà un nuovo libro di Saviano per Einaudi, ma a noi lettori interessano le beghe tra gli editori e gli scrittori?

In fin dei conti anche Andrea Camilleri (per fare un esempio) non pubblica solo per Sellerio e negli anni siamo stati abituati a questi cambiamenti di rotta.

Quello che invece potrebbe colpire la nostra attenzione è se, decisioni del genere, vengano prese perché alcuni scrittori si sentono limitati nell’esprimersi sia nei loro scritti sia in altri contesti che riguardano la vita privata.

Se, per pubblicare con un certo editore, devono sottostare a determinate condizioni e se quello che leggiamo è l’idea originale dell’autore o se è stata manomessa.

Questa notizia arriva proprio nei giorni del Salone del Libro di Torino, dove, parlando con i diversi editori e con gli scrittori, spesso abbiamo avuto l’impressione che le cose no vadano poi tanto bene.

C’è una sorta di guerra aperta non solo tra le diverse case editrici ma anche all’interno di ognuna di esse nella gestione di quegli scrittori “famosi” che vendono migliaia di copie. 

Vendere, in questo momenti di grande difficoltà, è diventato l’unico imperativo e l’editore è sempre quel Mecenate alla scoperta e alla valorizzazione di nuovi talenti?

Vogliamo le vostre opinioni sulla notizia di Saviano e se, in fin dei conti,vi sorprende o meno e,  conoscere la vostra casa editrice preferita; quella che incarna i vostri gusti e tenta di rimanere coerente alla propria linea editoriale.


A cura di Claretta



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!