Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

7 maggio 2015

Lo strano caso … di un libro dal titolo sbagliato!



È la prima volta che mi cimento nella recensione di un libro che, ammetto, non mi è piaciuto un granché. Probabilmente perché ha deluso qualsiasi mia aspettativa.

Prima di affrontare la lettura delle pagine de Lo strano caso dell'apprendista libraia avevo dato uno sguardo a qualche critica qua e là e tutte mi erano sembrate piuttosto positive, se si calcola che è stato addirittura un “caso editoriale”: un enorme successo negli Stati Uniti, aste all'ultimo martelletto per la vendita del romanzo in Europa e la corsa contro il tempo per aggiudicarsi il diritto di pubblicazione in Italia. Il tutto in circa dodici mesi, o giù di lì.
Per carità, il tema che a primo impatto sembra essere affrontato è estremamente importante e di grande attualità. Lo stile di scrittura fila e rende la lettura quasi piacevole. Ma manca qualcosa alla base. E quel qualcosa è la trama in sé. Il tema di sottofondo, come ho già detto, è interessante e troppe cose ci sarebbero da dire e scrivere a riguardo: la sopravvivenza delle piccole librerie tradizionali contro il dilagare delle grandi librerie cosmopolite, in cui il contatto lettore – libraio è praticamente scomparso.
È la storia raccontata che, a mio parere, proprio non va. È sciapa. Nuda. Troppo semplice. Non fa sognare. Non sono mai riuscita ad immedesimarmi nella protagonista, Esme, neanche quando descrive le ore passate presso la Civetta, la piccola “libreria di quartiere”, come la chiameremmo noi. Non riesce a trasmettere emozioni. Quelle stesse emozioni che, invece, dovrebbero uscir fuori da un libro che dovrebbe schierarsi a favore di una giusta causa e far tornare ai lettori la voglia di comprare un buon libro cartaceo, di quelli che sprigionano ancora l'odore di inchiostro e di colla, e non un freddo e – book da leggere su un dispositivo inodore.
Lo pensavo un racconto che mi avrebbe fatto tornare la voglia di riscoprire quelle piccole librerie e biblioteche dove è vivo il contatto umano, il confronto, il suggerimento, per riscoprire anche titoli ed autori dimenticati. Ma la libreria è un puro sfondo passivo, dove emergono solo personaggi, caratterizzati è vero, che non sono neanche tanto utili per lo svolgimento vero e proprio della trama.
Il problema sta nel fatto che il libro non parla della libreria, non parla del piacere di leggere né tantomeno dell'apprendistato della giovane Esme. È un libro che racconta di una ragazza inglese (e quindi ingenua) che arriva in America per studiare, si innamora di un ricco ragazzo aristocratico e si scopre incinta. Per questo decide di lavorare presso la Civetta per arrotondare un po' le entrate. È un susseguirsi di conversazioni vuote, senza alcun significato profondo e praticamente inutili fra lei, il suo (ex) ragazzo presuntuoso e la famiglia di lui. Emerge solo quanto Esme sia una ragazza succube, debole e remissiva nei confronti di un personaggio di sesso maschile, i cui comportamenti non sono dettati esplicitamente da nessun filo logico ma nascondono fra le righe l'egoismo, l'arrivismo e la mancata assunzione di responsabilità tipica dei cosiddetti “figli di papà”, troppo impegnati ad arrivare fin dove i propri genitori possono “spingerli”, senza troppi sforzi e sudore propri ma solo con la voglia di divertirsi. Emerge la ragazza irritante, qual è Esme,  che qualunque donna vorrebbe prendere a schiaffi per come non si rende conto di quanto stia sbagliando, soggiogata da un amore che non è amore perché malato.
Lo consiglierei? Non lo so, perché non mi è piaciuto, perché mi ha lasciato l'amaro in bocca … La delusione è stata tanta, le illusioni disattese, un lieto fine che non arriva mai. Probabilmente consiglierei di comprare la versione elettronica o di andare in qualche biblioteca ben fornita e di prenderlo in prestito, perché un romanzo del genere non merita di rimanere troppo a lungo sugli scaffali, fra altri libri che, di sicuro, meritano molto di più!

A cura di Emanuela

"Lo strano caso dell'apprendista libraia", di Deborah Meyler, Garzanti, 348 pagine, 16,40 euro (7,99 euro in eBook)


8 commenti:

One J ha detto...

imitation watches
michael kors outlet online
michael kors outlet online sale
true religion
abercrombie kids
coach outlet store online
oakley sunglasses
jordan 5
oakley sunglasses sale
louis vuitton handbags
retro 9
lebron shoes
air max 95
marc jacobs outlet
oakley sunglasses
michael kors outlet online
coach factory
oakley eyeglasses
ray ban uk
michael kors handbags
louis vuitton outlet
oakley sunglasses wholesale
fake oakleys
michael kors watches
adidas wings
christian louboutin shoes
retro 11
timberland pro
20150601yuanyuan

柯云 ha detto...

2016-02-15keyun
ugg boots
uggs outlet
coach factory outlet
lebron james basketball shoes
coach outlet
ugg boots
oakley sunglasses wholesale
true religion
michael kors outlet
louis vuitton handbags
christian louboutin shoes
vans sneakers
fitflop clearance
ed hardy outlet
true religion outlet
kevin durant shoes
tory burch outlet
coach outlet
gucci outlet
ugg outlet
michael kors outlet
red bottom shoes
abercrombie outlet
air force 1 trainers
abercrombie & fitch
ray-ban sunglasses
north face
coach outlet

方松腾 ha detto...

TEN
0402
mulberry handbags
true religion uk outlet
tory burch outlet
rolex outlet
polo ralph lauren
tory burch outlet
omega outlet
swarovski jewelry
ralph lauren outlet
coach outlet
mulberry handbags
ralph lauren outlet
reebok trainers
ralph lauren polo
true religion uk
tory burch outlet
coach outlet online
ralph lauren polo
longchamp handbags
oakley sunglasses
ferragamo shoes sale
rolex watches
mulberry outlet
coach factory outlet
oakley sunglasses
lululemon pants
tiffany jewelry
ferragamo shoes
oakley sunglasses
rolex watches

dong dong23 ha detto...

polo ralph lauren outlet
designer handbags
polo shirts
ralph lauren
nike roshe flyknit
canada goose coat
louis vuitton handbags
louis vuitton outlet stores
gucci
uggs canada
michael kors outlet clearance
oakley sunglasses
timberland outlet
abercrombie and fitch
hermes bag
rolex watches
nba jerseys
canada goose
adidas shoes
nike air max 90
michael kors outlet
ed hardy clothing
michael kors outlet clearance
coach outlet
hermes handbags
kate spade
ray ban sunglasses
kobe bryant shoes
coach outlet
louis vuitton
oakley sunglasses
michael kors handbags
nhl jerseys
toms shoes outlet
insanity workout
ray ban sunglasses
christian louboutin
toms shoes
uggs for men
20168.11wengdongdong

姚嘉 ha detto...

christian louboutin shoes
ravens jerseys
tiffany outlet
nike huarache
houston texans jerseys
replica watches
tiffany jewelry
gucci outlet
hermes belts
fitflops shoes

Hua Cai ha detto...

rolex watches for sale
coach outlet store
nike air max
michael kors outlet clearance
tiffany jewelry
prada sunglasses for women
ghd uk
nike free 5.0
michael kors outlet clearance
ugg outlet
20161221caihuali

chenmeinv0 ha detto...

fitflops shoes
celtics jerseys
true religion outlet
knicks jerseys
montblanc pen
christian louboutin
clippers jerseys
louis vuitton outlet online
hollister outlet
ray ban sunglasses outlet
20172.27chenjinyan

Jian Zhuo ha detto...

adidas nmd runner
coach factory outlet online
pandora charms sale clearance
michael kors
cheap jordan shoes
red sox jerseys
coach factory outlet online
coach outlet online
eltics jerseys
polo ralph lauren outlet
20170410yueqin

Posta un commento

Lascia un commento!