Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 dicembre 2014

Bookabook, il crowdfunding e Gli scaduti



Il crowdfunding, in italiano finanziamento collettivo, si basa sulla collaborazione di un gruppo, che mette a disposizione il proprio denaro, in base alle possibilità finanziarie individuali, per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni. È una pratica di micro-finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. Le iniziative possono essere di qualsiasi genere, dall'aiuto in occasione di tragedie umanitarie al sostegno all'arte e ai beni culturali, al giornalismo partecipativo, fino all'imprenditoria innovativa e alla ricerca scientifica. Ultimamente il crowdfunding viene utilizzato per promuovere l'innovazione e il cambiamento sociale, abbattendo le barriere tradizionali dell'investimento finanziario ed è considerato una delle soluzioni possibili per le economie colpite dalla crisi finanziaria.

Bookabook è il primo esperimento italiano di crowdfunding in campo letterario. Ho partecipato al lancio dell'iniziativa nel mese di aprile. L'obiettivo della campagna era raccogliere 4.000,00 € entro un mese. L'offerta minima era di 3,00 €, un po' di più di quanto in genere sono a disposta a spendere per un e-book, ma la curiosità di partecipare era tanta e, nel caso la cifra stabilita non fosse stata raggiunta, li avrei comunque recuperati. La campagna funziona così: al momento della sottoscrizione si può scaricare l'anteprima del romanzo. Successivamente, al raggiungimento degli stadi intermedi, vengono messi a disposizione i capitoli successivi, mentre al raggiungimento del totale si ha diritto a scaricare l'intero romanzo, oltre al ricevimento di altri gadgets in funzione della cifra versata.
Dopo averlo testato non credo che il sistema del crowdfunding sia appropriato in campo letterario. Potrebbe esserlo se si trattasse di libri destinati alla scuola, alla divulgazione scientifica o comunque con una finalità pubblico-sociale, ma non nel caso di un semplice romanzo, anche se Lidia Ravera, che ha prestato la sua notorietà per contribuire al lancio dell'iniziativa, ha scelto un tema a sfondo "sociale".

Gli scaduti sono le persone che, avendo raggiunto l'età della pensione, non sono più produttive per la società. Il romanzo è ambientato in un futuro prossimo, ma non troppo lontano. Dopo gli anni del “grande disordine” ha preso il potere un Partito Unico formato da trenta-quarantenni, che si installano al posto dei genitori, "rottamati" al compimento del sessantesimo anno detà. A seconda dello status sociale raggiunto nella vita attiva "gli anziani" vengono trasferiti in strutture simili a SPA per i dirigenti o a prigioni per i meno fortunati. Gli uomini con gli uomini, le donne con le donne. Lobiettivo del nuovo partito è il ripristino dei ritmi naturali: a venticinque anni le femmine devono produrre un figlio (non importa con chi), la chirurgia estetica è vietata così come i matrimoni intergenerazionali.

Il protagonista, Umberto, ha sessantanni e per lui è arrivato il momento del ritiro, mentre la moglie Elisabetta, che di anni ne ha solo cinquantasei, avrebbe a disposizione ancora quattro anni. Il figlio Matteo ha trentacinque anni ed è assillato da Federica, la moglie venticinquenne, dalla necessità di procreare al più presto. A meno che non voglia lasciare l'incombenza all'amante. Umberto, Elisabetta e Matteo erano una famiglia unita e felice e, per quanto cerchino di adeguarsi alle regole, faticano ad accettare i ruoli assegnati. Soprattutto Elisabetta non riesce a proseguire la sua vita come se nulla fosse. Le manca il marito e quei quattro anni che la separano dalla sua "scadenza" le sembrano più una tortura, che un vantaggio. Sarà lei la principale artefice della ribellione ...

Pur avendo apprezzato il romanzo non credo ripeterò l'esperienza del crowdfunding letterario, a meno che, come detto, non cambi la finalità. Per gli autori emergenti oggi ci sono molteplici possibilità di pubblicazione gratuita nel formato digitale e l'aspirazione alla copia cartacea non ha nessuna ragione di esistere. Resta il problema della pubblicità ed e questo il settore dove dovrebbero concentrarsi gli sforzi dei gruppi di scrittori emergenti. 

A cura di Claudia

"Gli scaduti" di Lidia Ravera, BookABook, 3 euro (eBook) 


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!