Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

24 febbraio 2014

Zona d'ombra di Riccardo Bruni

Professione Reporter, titolo originale The Passenger, è un film di Antonio del 1975
Scade il 28 febbraio la possibilità d'iscriversi alla quarta edizione del torneo letterario Io Scrittore, promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol, la cui particolarità è che i partecipanti sono anche i critici che, con il loro voto, determineranno i vincitori. Per tutte le opere finaliste è prevista la pubblicazione in e-book, mentre quelle più meritevoli saranno distribuite anche in libreria in formato cartaceo. Riccardo Bruni ha partecipato alla prima edizione del torneo letterario con il racconto Nessun dolore, che risultò tra i finalisti pubblicati in e-book. 


Per il suo secondo romanzo Zona d'ombra Bruni ha scelto la strada del self-publishing, di cui si occupa anche sul suo blog Tannhauser, suscitando successivamente l'interesse dell'edizioni Anordest che ne hanno curato la pubblicazione cartacea e la distribuzione nelle librerie. 

Mai titolo fu più azzeccato. Ad un certo punto del romanzo l'autore spiega che, nella gestione degli affari di stato, una zona d'ombra è un evento sul quale si spengono i riflettori e si produce una versione di copertura

Riccardo Bruni nella vita è un giornalista (attualmente scrive per La Nazione) per cui conosce molto bene il meccanismo che sottende la gestione dei media. Il romanzo è pieno di allusioni alla pratica di “produrre notizie”, che poi vengono riprese e gestite dei media per attirare l'attenzione su certi temi e indirizzare il consenso nella direzione voluta dai finanziatori. 

Il protagonista del romanzo è, guarda caso, un giornalista, Fabrizio Baraldi. Da alcuni mesi sta seguendo il caso di un assessore corrotto quando, improvvisamente, viene destituito dall'incarico per “mutata linea editoriale”. Per cercare di rabbonirlo il suo capo gli propone un lavoro veloce e molto ben retribuito. Si tratta di raccogliere materiale per un libro, che uscirà nel periodo natalizio a firma di un noto conduttore televisivo. Ogni riferimento a personaggi realmente esistenti è puramente casuale: il conduttore si chiama Manlio Cortona (a me M.C. ricorda tanto Maurizio Costanzo ...), la trasmissione Salotto Italiano e l'editore ha in mano mezzo governo ...  

Il libro in programma è la biografia del leader dell'ultradestra separatista del nordest, tale Luciano Zerman, morto in un incidente stradale al quale è seguito un grosso scandalo. Non solo l'uomo politico era alla guida con un tasso alcolico di 1,8, ma pare fosse reduce da un festino a base di sesso gay, droga e alcool. 

Anche in questo caso il riferimento a fatti realmente accaduti è abbastanza evidente. L'11 ottobre 2008 in Carinzia muore in un incidente stradale il leader di estrema destra Jörg Haider. Anche nel suo caso il tasso alcolico è alle stelle e lo scandalo che segue comprende una sosta in un locale gay. L'unica differenza è che Haider era in auto da solo, mentre nel romanzo l'uomo politico è accompagnato dal suo braccio destro. Giusto per la cronaca il successore di Haider si chiama Zernatto, a Bruni decisamente le assonanze nei nomi piacciono molto!

Sempre “per caso” il periodo in cui si svolge il romanzo è tra il 4 e il 19 ottobre, mentre l'incidente che è costato la vita al politico Zerman è occorso l'11 dicembre 2009. 

L'istinto del cronista trasforma ben presto la raccolta di notizie per la biografia  in un'indagine. La Storia non è un succedersi lineare di eventi e il giornalista si trova, suo malgrado, coinvolto in una vicenda le cui radici risalgono al periodo fascista che coinvolge ex nazisti, la CIA e i servizi segreti. 

La vicenda è molto complicata, ma anche plausibile in maniera a dir poco inquietante. Un perfetto esempio di ermetismo evoliano, ossia di significati nascosti dietro ad altre chiavi di lettura. 

A cura di Claudia Peduzzi


Zona d'ombra di Riccardo Bruni, Tannhauser, 304 pagg, 14,90 euro per l'edizione cartacea, 3,99 euro per il formato Kindle.



VOTO: 9\10





0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!