Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

4 dicembre 2013

IN ITALIA ABBIAMO TANTE LINGUE


La questione della lingua ci accompagna da sempre. Molto prima che l'Italia fosse una paese unito era necessario per gli intellettuali trovare una voce comune

Un'esigenza culturale, quindi, più che politica o sociale e che in qualche modo rispondeva al desiderio di ritrovare quell'unione linguistica che si era persa dopo la caduta dell'Impero Romano.

Eppure era una misera illusione perché l'unità, anche sotto il controllo e il dominio romano, non era mai esistita ed è per questo che non si parla mai di volgare ma di volgari.

La frammentazione territoriale ha fatto il resto e ha reso l'Italia uno dei paesi, linguisticamente parlando, più complessi e affascinanti del mondo.

Un fascino che troppo spesso si è voluto punire a favore di un modello che doveva imporsi sugli altri e che ha voluto umiliare tutte le lingue (o dialetti come preferite) che non rientravano in quel modello.

Il risultato è stato spesso disastroso ed ha permesso ad alcuni dialetti di diventare nobili e ha, di fatto, consentito che altri scomparissero.

Eppure, nonostante gli sforzi e i danni compiuti da una certa idea di politica e di scuola, i dialetti non sono scomparsi. L'attenzione al recupero, soprattutto negli ultimi anni, ha fatto un piccolo miracolo ed ora si legge, si va al teatro ad ascoltare testi in dialetto.

In Italia siamo tutti bilingui: alterniamo all'italiano regionale al dialetto della nostra zona. Un immenso patrimonio culturale che Andrea Camilleri, uno dei massimi artefici di questo recupero, e Tullio De Mauro, grande studioso, hanno cercato di affrontare in La lingua batte dove il dente duole (Laterza).

Il libro è un lungo excursus fatto di aneddoti, memorie realizzato con le voci più importanti della letteratura e della cultura italiana. Un lavoro di ricostruzione che vuole analizzare quando e come si parla in dialetto e che prende atto del fatto che in Italia esistono tante lingue.

A cura di Clara Raimondi


La lingua batte dove il dente duole di Andrea Camilerri e Tullio De Mauro, Laterza, 125 pagg, 14 euro






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!