Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

11 dicembre 2013

Hans Christian Andersen: non solo fiabe.




Saranno i primi sentori del clima natalizio o sarà il freddo, fatto sta che gli ambienti fiabeschi di Hans Christian Andersen tornano a scaldare varie realtà d’Italia; così che nella capitale è stata inaugurataA Christmas Tale ovvero una mostra pittorico-fotografica interamente dedicata ai personaggi dello scrittore danese, e il 19 dicembre la Disney è pronta a lanciare il prossimo film d’animazione – Frozen – ispirato alla fiaba “La Regina delle Nevi” del succitato autore.

Ma Andersen non è solo fiabe.


Il Bazar di un Poeta di Hans Christian Andersen, Giunti, 482 pagg, 1,49 euro sul Kindle Store

Il giovane danese ebbe modo di girare l’Europa e osservare con la sensibilità del poeta una pittoresca metà dell’ottocento tracciandone vivaci ritratti nelle pagine de Il Bazar di un Poeta. Un viaggio che dura un anno durante il quale H. C. Andersen percorre a piedi, a cavallo, in traghetto e sul primo treno a vapore della storia un lungo percorso che si snoda dalla Germania, quindi in Italia, in Grecia, in Turchia e infine sul blu Danubio per tornare nella sua tanto amata Danimarca.

Leggendo di questo viaggio ci si rende conto che l’Europa non è poi così tanto cambiata da allora. La Germania, austera e squadrata, che ospitava in quegli anni il virtuoso del pianoforte, Liszt, e brindava alla sua musica con boccali ricolmi di birra. L’Italia (“Bella Italia! Gridammo tutti” cit.) che riaccende l’entusiasmo di un nordico per il bel sole in Emilia, per l’arte di Firenze, per la sacralità e l’imponenza di Roma, per una Napoli colorata ma sporca e caotica come il porto di Napoli, pieno di bucce di limoni e di arance galleggianti cit. , per la Sicilia dai tramonti arabi sull’Etna. La bella e selvaggia Grecia dal grande e fiorente passato del mondo classico ad un presente di stenti, povertà e abbandono di un popolo che soffre.

Ed era il 1840. A ripercorrerlo oggi, questo viaggio, forse cambierebbe solo il fatto che non saremmo in groppa ad un asino ma su un volo internazionale, perché in fondo il sangue di un popolo non mente, e non bastano un paio di secoli a cambiarne i tratti distintivi.

Il Bazar di un poeta è dunque il mondo intero, o piuttosto qualunque luogo che possa risvegliare la sua immaginazione; e le pagine di questo libro sono certamente l’enorme fornace di esperienze dalle quali Andersen ha plasmato con la maestria che lo contraddistingue le fiabe che lo hanno reso famoso ai più piccoli, e ai più grandi che non hanno ancora perso la capacità di sognare.

A cura Marcello D’Onofrio



Mostra a Roma 
“A Christmas Tale” 
5/12/13 – 11-01-2014
Organizzata da RVB arts 
presso Antiquariato Valligiano, Via giulia.






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!