Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

19 novembre 2013

La rivista del Lato Oscuro


Ormai chi tra voi ha l'abitudine di leggere i miei articoli avrà capito alcune cose: oltre a riconoscere i sintomi di alcuni seri problemi psichiatrici, saprà che ho un'insana passione per il Lato Oscuro e per la fotografia. Premetto ciò, perché a Lucca durante l'intervista di Clara ad Annalisa Leoni, Giovanna Niro ed Alessia Pastorello ero talmente preso a fare qualche bel ritratto da non aver fatto caso alle parole di quest'ultima su una recente pubblicazione pensata proprio per i peggiori individui della società.

La (pseudo)rivista, che si intitola Badass e ci avvisa fin da subito che c'è sempre un buon motivo per odiare il prossimo, è realizzata, con la collaborazione di Breakout,  dal collettivo Dr.Ink, composto da Cristina Giorgilli, Matteo “Lui” Freddi, Federico “Tram” Tramonte, Matteo Cuccato, Salvatore Santaniello, Christian Cornia, Maura Riva e ovviamente Alessia Pastorello. Tale collettivo è stato già ideatore di pubblicazioni fuori dal comune:
  • Come Crescere Un Robottone Felice, una sorta di manuale per aspiranti allevatori di Mecha e per i nostalgici delle serie sui robottoni anni '80.
  • Deus Ex Libro, un altro manuale, questa volta per tutti quelli che desiderano diventare divinità e magari contribuire alla distruzione del mondo.

Tutte le pubblicazioni del collettivo si distinguono fondamentalmente per due caratteristiche: sono scritte in forma di pseudo manuale o pseudo rivista (chi ha letto, ad esempio, il Manuale per sopravvivere agli Zombie di Max Brooks, sa di cosa sto parlando, ma qui siamo di fronte a qualcosa di decisamente più colorato e colorito), più che come vera e propria narrazione e contengono, oltre a illustrazioni e disegni, anche altri inserti, come giochi di carte, paper toy e in Badass anche ilustrazioni animate (grazie ad un foglietto acetato incluso nella confezione). 

Già, dicevamo di Badass. Curata dal fantomatico Dr. Gustav Maria Kurtz, la rivista presenta articoli su come esprimere tutto il proprio cattivo potenziale nei confronti del mondo che ci circonda, liberandoci degli inutili buonismi e sopraffacendo senza pietà i deboli. Oltre a rubriche sulla cura dell'aspetto, della forma fisica, dell'alimentazione e di quant'altro serva ad un cattivo moderno, non mancano interviste a chi in questo settore ha raggiunto obiettivi degni di nota, come Galacticus e Oswald Chesterfield Cobblepot, detto “Il Pinguino”.

Nel mio girovagare per Lucca non sono capitato allo stand dove era esposto Badass, ma sul sito è disponibile una preview gratuita, che permette di valutarne testi e disegni e devo dire che il complesso sembra accattivante e quanto meno originale.

Penso che starebbe benissimo col mio manuale Sith!

A cura di Diego Rosato



Bad Ass di Dr.Ink, Self-publishing, 64 pagg, 25 euro




0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!