Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

18 ottobre 2013

Tutto e subito


 

Qualche tempo fa ho letto con piacere la trilogia di Fabio Montale, di Jean-Claude Izzo e devo dire che mentre scorrevo le pagine di “Tutto e subito”, di Morgan Sportès, non ho potuto non pensare a quanto ci fosse di vero in quei romanzi e chiedermi se Fabio Montale sarebbe riuscito a fare qualcosa per evitare che tutto ciò accadesse.

Il libro dello scrittore francese, infatti è una cronaca (poco) romanzata di un caso di cronaca che ha scosso i suoi connazionali, una banda composta quasi totalmente da figli di immigrati, in seguito denominata “Banda dei Barbari”, ha rapito, torturato e poi ucciso un ragazzo di origine ebraica, per estorcere denaro alla sua comunità.

Il testo offre una ricostruzione del caso giudiziario, descrivendone i protagonisti e raccontando lo sviluppo degli eventi. L'autore ricostruisce, a partire dalle testimonianze e dalle indagini, i dialoghi e le vicende, in modo molto schematico, tipico della cronaca giudiziaria (mi chiedo come su Anobii gli utenti possano aver classificato questo volume come “fiction”), forse un po' troppo scarna e asettica.

Il quadro che ne esce è quello di una gioventù disagiata e frustrata, distruttiva ed autodistruttiva, di una società che si sente in credito col mondo e intende riscuotere tutto e subito, nel peggiore dei modi.

Per i fan della cronaca giudiziaria.

A cura di Diego Rosato


Tutto e subito  di Morgan Sportès, Edizioni E/O, 400 pagg, 16,15 euro


Voto 6,5/10




0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!