Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 settembre 2013

CHE LAVORO FAI?


E' questa la domanda che mi sento rivolgere più spesso e con un certo imbarazzo rispondo che scrivo per il web.

Alle facce smarrite si alternano quelle che sembrano aver capito tutto per poi scoprire, con ulteriore imbarazzo per me, che non hanno compreso veramente quello di cui mi occupo.

Le cose non vanno meglio per chi si occupa di fumetti: sceneggiatori, disegnatori che vivono di sano precariato, di autoproduzioni, nella speranza che qualcuno di loro venga notato e riesca a farsi pubblicare.

Lo sa bene Javi che ha lasciato la Spagna per Berlino per fare il disegnatore ma, come volevasi dimostrare, tutti gli consigliano di cambiare strada. Ma Javi non demorde ed il suo taccuino diventa il contenitore della sua vita e, inconsapevolmente, diventa la sua prima storia a fumetti.


Un lavoro vero di Alberto Madrigal, Bao Publishing, 128 pagg, 15 euro

Un lavoro vero di Alberto Madrigal é la seconda uscita per Bao Publishing per la collana Le città viste dall'alto, storie originali selezionate e proposte dalla casa editrice.

Gud  rivaluta il mestiere del disegnatore con il suo Tutti possono fare fumetti. Un manuale che cerca anche di raccontare la storia di un genere e di far avvicinare più persone possibili al mondo del fumetto.


Tutti possono fare fumetti di Gud, Tunué, 14, 90 euro

Ma il suo non é un testo tecnico alla Scott McCloud ma il tentativo di far passare il fumetto come una delle tante forme in cui é possibile raccontare una storia, un mezzo narrativo che ancora troppo pochi conoscono.

L'ultima segnalazione e poi vi lascio rispondere all'annosa domanda. Età Beta, Gastone, Paperetta, Pluto e Paperoga non sono i protagonisti di una nuova saga ma i protagonisti di una storia di amore e di amicizia ambientata tra  carugi genovesi.


Il testamento Disney di Paolo Zanotti, Ponte alle Grazie, 317 pagg, 16 euro

Un gruppo di ragazzi, prossimi alla trentennificazione (il compimento dei fatidici 30), si é dato dei soprannomi ispirati ai personaggi dei fumetti, tutti azzeccati ma uno lo é più degli altri: Paperoga che come il suo alter ego disneyano conosce una sfiga senza limiti e dovrà combattere per l'amore di Anna, misteriosamente scomparsa, e riapparsa all'improvviso nella sua vita.

Alla fine, voglio sapere, che lavoro fate e ...vi piacciono i fumetti?

A cura di Clara Raimondi

Potrebbe interessarti la sezione dedicata ai fumetti e ai graphic novel qui sulla panchina del lettore.



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!