Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

4 luglio 2013

IL BOSS AL CINEMA E IN LIBRERIA

Springsteen & I sarà nelle sale il prossimo 22 luglio
L'estate del 2013 sarà ricordata, a lungo, come la stagione di Bruce Springsteen. La tappa dello scorso 3 giugno a Milano é stata un successo e non bisogna lavorare tanto di immaginazione per sapere che quella  romana, dell'11 luglio, sarà un altro evento imperdibile.

Ma le novità legate al boss non sono finiscono qui perché sta per arrivare il documentario Springsteen and I, in contemporanea mondiale, nelle sale il prossimo 22 luglio.

Diretto da Baillie Walsh, già famoso nell'ambito dei videoclip, e prodotto dalla Space Extra che si é già occupata di Vasco e dei Pearl Jam, racconterà il Boss attraverso i video dei suoi fan e spezzoni inediti dei suoi mirabolanti concerti.

Ma se vi capiterà di andare in libreria sono certa che non resterete delusi. Sono quattro, e tutti da non perdere, i titoli dedicati a Bruce Springsteen che, adesso, trovate in libreria.




Bruce di Peter A. Carlin, Mondadori, 515 pagg, 22 euro

Carlin realizza l'ultima biografia ufficiale del Boss andando a scandagliare tra i ricordi di famiglia ed una storia professionale che non ha avuto eguali. Springsteen come non l'avete mai visto o, sarebbe meglio dire, letto?



We are alive. Ritratto di Bruce Springsteen di David Remnick, Feltrinelli, 120 pagg, 9 euro

Un'altra biografia, questa volta definita "micro" da parte di un altro giornalista, David Remnick, direttore de Il New Yorker. Centoventi pagine per raccontare la storia di questa icona del rock. Dall'infanzia trascorsa a Freehold fino al sostegno per la campaga del Presidente Obama.




Come si può raccontare la storia di una successo mondiale? Dal principio, ovviamente, ma anche, come nel caso del Boss, dall'analisi dei suoi successi musicali. Un percorso a ritroso per scoprire quanto e come é nato il rapporto con E Street Band.


41 colpi. Omaggio illustrato alla poetica di Bruce Springsteen di Marco Peroni e Riccardo Cecchetti, Becco Giallo, 172 pagg, 18 euro

Durante il tour di 10 concerti al Madison Square Garden del 2000, Bruce Springsteen, esattamente il 12 giugno, era pronto ad eseguire American Skin. Un pezzo molto diverso da tutti gli altri e che voleva raccontare l'omicidio di Amadou Diallo, ucciso dalla polizia con 41 colpi di pistola. Il Boss riuscirà, nonostante le proteste della polizia, ad eseguire il brano?

A cura di Clara Raimondi 

Date un'occhiata al traile di Springsteen & I:

















0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!