Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

14 maggio 2013

QUEL BRAVO RAGAZZO



A Modena quest'anno ho seguito la presentazione di un saggio sul revisionismo storico e, trovandolo interessante, ho deciso di andarlo a comprare. Mentre mi trovavo allo stand della Historica, lo sguardo mi è caduto quasi per caso su un altro paio di volumi. Questa è la recensione di uno di quei due libri.

In un piccolo paese della Puglia una famiglia molto numerosa sbarca il lunario come meglio può, finché il capofamiglia, unico sostentamento, muore, lasciando una vedova sola a crescere i numerosi figli che avevano. Uno di questi si dimostra particolarmente insofferente alle difficoltà in cui versa la famiglia, finendo per intraprendere una brutta strada, che lo porterà ad entrare nella manovalanza della Sacra Corona Unita e nella tossicodipendenza, prima di rendersi conto di essere solo una marionetta nelle mani dei suoi capi e di non aver alcun futuro in quella situazione.

Il libro, scritto da Ruggero Toni in base al racconto di Marco Aperti, ricorda un po' la storia di Quei bravi ragazzi, con la differenza che qui si tratta di una storia tragicamente vera.

A parte una leggera tendenza all'auto-assoluzione in alcuni passi finali del libro (in cui Aperti dichiara di essere più una vittima che un criminale), ho apprezzato questo volume, perché penso che possa essere una testimonianza importante di ciò che le mafie sono: associazioni criminali il cui unico fine è il potere ed il controllo, che se ne fregano dei loro accoliti e li sfruttano, non disdegnando di mandarli al macello.

Il libro è scritto bene ed è molto scorrevole, ma qualche refuso di troppo infastidisce non poco il lettore: non avrebbe guastato una ulteriore revisione delle bozze prima della stampa.

In un epoca in cui ai mafiosi morti si dedica un minuto di silenzio negli stadi, forse sarebbero necessari più libri del genere, sperando che un giorno nessuno abbia più simili esperienze da raccontare.

A cura di Diego Rosato


Uscire dalla Mafia – Storia di uno sgarrista di Ruggero Toni e Marco Aperti, Historica, 257 pagg, 15,00 euro


Voto 8/10






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!