Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

3 maggio 2013

E' ARRIVATO IL COSO: L'E-READER COME LO VEDONO MAMMA E PAPA'


Il COSO, tra poco in vendita su tutti i siti di e-commerce, avrà uno stile molto simile agli antichi supporti di lettura che si usavano in passato
In una famiglia normale, in un momento di vita normale (P. sta per papà e C. per Clara).


P: Che fai?
C: Leggo, papà
P: A sì vedo che hai il COSO

Il COSO per mio padre é il lettore ebook, uno strumento diabolico con il quale é convinto: a) che mi giochi per sempre la vista, b) che scompariranno dal pianeta tutti i libri cartacei, c) che la fine del mondo sia vicina.

Decisamente più costruttiva mia madre che si avvicina al COSO, come allo smartphone, con curiosità e con risultati che mi spaventano (l'altro giorno l'ho trovata che messaggiava su What's Up con mia zia ...).

Ho letto sulla pagina della Lettrice Rampante (a proposito non potete perderla!) persone che sciorinavano i nomi che i loro genitori affibbiavano all'e-reader: tavoletta, l'aggeggio... Mentre c'era qualcuno, davvero coraggioso, che aveva addirittura pensato di comprarne uno come regalo d'anniversario.

Se dovessi mai prendere una decisione del genere, dovrei prendermi una settimana di ferie. 

Dobbiamo capirli i nostri parenti, abituati com'erano alle tavolette di pietra hanno vissuto il passaggio all'e-reader con un vero e proprio schock.

Per fortuna tra qualche giorno sarà in vendita il COSO e per loro sarà facile avvicinarsi al mondo della lettura digitale, se non fosse per il peso....

E i vostri genitori come chiamano il lettore e-book? Siete riusciti almeno a spiegare loro il suo funzionamento?

Aspetto i vostri commenti.

Clara

Suggerimento per la lettura:



Il testo digitale di Alessandra Anichini, Apogeo, 298 pagg, 16 euro in versione cartacea, 9.99 euro in versione e-book






3 commenti:

Claudia Peduzzi ha detto...

Mia mamma (72 anni) era molto diffidente, ma adesso non si separa dal suo Kindle Paperwhite, quindi NON LO PRESTA manco morire a mio papà (75 anni), che però vorrebbe il tablet. Lui DA ANNI legge quotidianamente i giornali francesi sul PC portatile (che si è comprato perchè quello che aveva ereditato da mio fratello "era troppo lento"), controlla il tempo con le web cam e visita il mondo con googlearth. Non parliamo degli sms ... per mia mamma R U HOME sta per : sei a casa?

Clara Raimondi ha detto...

Sono sconvolta!! Grandi!

Claudia Peduzzi ha detto...

Mia mamma mi ha anche spiegato che si scrive I-POD (maiuscolo), perchè è un acronimo (Podcast On Demand) e I-pad (minuscolo), perchè pad è un sostantivo (tavoletta).

Posta un commento

Lascia un commento!