Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

30 aprile 2013

THE HEROES: UNA VENTATA DI ARIA FRESCA


The Heroes nel mondo della trilogi di The First Law
Da buon pendolare non posso non fermarmi tutte le volte che aspetto un treno alla libreria della Stazione Termini. È automatico: entro, scendo al piano sotterraneo e mi piazzo davanti agli scaffali del fantasy, fermo lì a vegetare nella speranza di vedere un nome nuovo, una copertina accattivante, un titolo che attiri la mia attenzione. 

Si tratta sempre e comunque del modo migliore per restare aggiornati (o se non il migliore, quello giusto per riempire i vuoti di tempo causati dalle ferrovie dello stato). Eppure ogni tanto qualcosa mi sfugge. Sarà che viaggio di meno, sarà che spesso e volentieri anche le librerie più grandi si lasciano scappare dei piccoli gioielli, ma io fino alla settimana scorsa non conoscevo Joe Abercrombie.

Ho molti “collaboratori”, consiglieri più o meno fidati che mi passano le dritte giuste al momento giusto. Ringrazio quindi D. perché la sua è stata una di queste dritte, capitata proprio in un periodo di forte “stagnazione” della letteratura fantastica. 

Ci sono pochi Big, autori già affermati e da cui non ti aspetti niente di meno, una miriade di perle dal passato e un'orda di giovani che magari si rifaranno con l'esperienza, ma che per il momento proprio non riescono a spiccare per originalità e inventiva. Poi scopro questo Abercrombie e capisco che c'è sempre speranza.

Non c'è niente da fare: la scuola inglese produce sempre il meglio, dalla potenza di Tolkien, passando attraverso il genio di Gemmell (mio Dio, non lo conoscete!? Andatevi subito a leggere il mio articolo su di lui!), fino all'estro creativo e visionario di China Miéville. 

Joe Abercrombie, produttore, autore e montatore televisivo, decide un bel giorno di mettersi a scrivere fantasy: mai decisione fu più azzeccata. Cavalcando l'onda del “fantasy realistico” di George R. R. Martin, suo grande estimatore, lo scrittore inglese crea un mondo crudo e cruento, in cui è la violenza a trionfare e non c'è posto per gli eroi e le grandi imprese; un mondo in cui i suoi personaggi non “vivono”, ma “sopravvivono”, sempre minacciati da una freccia vagante, da qualcuno di più forte, dagli orrori della guerra. C'è tanto Martin in tutto questo, non si può negare, fuso però con uno stile più moderno, meno classico e avvolgente, ma più rapido, spesso ammiccante verso il lettore. 

Tutto ciò lo ritrovate in The Heroes, l'epocale descrizione di una sola battaglia di tre giorni, finalista ai David Gemmel Legend e John Campbell Awards. Quando D. mi ha raccontato di questo libro ho subito pensato: “Questo Abercrombie o è un idiota, o un fottutissimo genio”

Fortuna per i lettori in cerca di novità come me, la seconda opzione si è rivelata essere quella giusta. Con piglio cinematografico e una prosa che travolge, è riuscito davvero a riempire settecento pagine con un'unica, grande battaglia, inserendo in ogni capitolo personaggi incredibili, contorti, malati, divertenti, ognuno con un suo personalissimo spessore psicologico. Non mancano poi spade leggendarie, bestioni ricoperti di cicatrici e simil-vichinghi dai soprannomi guerreschi. Ma non fatevi ingannare dal titolo: gli Eroi sono i monoliti che sorgono sulla collina attorno alla quale, e per la quale, si combatte. Gli unici (forse!) eroi del romanzo. 

The Heroes resta comunque una piccola parte, un romanzo autonomo ambientato nel mondo della trilogia di The First Law. Ho già messo le mani sul primo della saga, Il richiamo delle spade, e sarà presto pronta per voi una nuova recensione. 

Abercrombie qui in Italia è pubblicato dalla Gargoyle, realtà relativamente giovane che dal 2005 cerca di avvicinare il pubblico italiano alla letteratura horror e gotica e che in tempi più recenti ha iniziato a puntare anche sul fantasy, il giallo e la fantascienza, in un connubio tra grandi del passato e giovani promesse come l'autore di The First Law. Bisogna ammetterlo: si sentiva davvero il bisogno di una ventata d'aria fresca!    

A cura di Giuseppe Recchia


The heroes di Joe Abercrombie, Gargoyle, 716 pagg, 17 euro

Voto 9/10



Leggi la sezione fantasy curata dal nostro Giuseppe Recchia


Potrebbero interessarti:








1 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Giuseppe,
ti ringraziamo e aspettiamo con piacere la nuova recensione al romanzo di Joe Abercrombie, "Il Richiamo delle Spade".
A presto,
Ufficio Stampa Gargoyle Books

Posta un commento

Lascia un commento!