Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

10 aprile 2013

FLASH MOB LETTERARIO



Se chiedete ad uno scrittore cos'è per lui la scrittura vi risponderà nei modi più impensabili. Ognuno avrà la sua idea, la sua metafora, il suo paragone. Uno scrittore può dirvi che la scrittura è un gioco, mentre un altro che è un impegno estenuante, così come un altro dirà che è un modo in cui dei personaggi prendono vita ed eseguono azioni ed un altro ancora che è un mondo in cui i personaggi si muovono come marionette. 


Io, qualora a qualcuno possa interessare, non credo che esista una definizione di scrittura onnicomprensiva di tutti i sentimenti, i pensieri e le sensazioni che passano nella testa di ogni singolo scrittore quando lavora con la penna... cioè, scusate, con la tastiera. Credo che ogni scrittore sia un caso a sé, ma vado oltre e dico che ogni scrittura è a sé. Se un libro può ricordare un quadro, un altro può sembrare una melodia. Ma che rispondereste se vi dicessi che la scrittura può essere un flash mob?

È questa la prima idea che ho avuto quando ho sentito parlare di 20lin.es, una piattaforma di scrittura collaborativa basata su racconti suddivisi in sezioni di al più venti righe. Ogni sezione può essere riscritta, arricchita con immagini, video e suoni e può fungere da base per un nuovo racconto, il tutto sotto l'occhio della Rete che può votare, discutere, commentare e qualsia altra cosa social vi venga in mente.

Sì, vabbè, ma ad esempio? Ad esempio, Marcello Marabotti (a quanto dice, mentre faceva la doccia) ha avuto l'idea di pubblicare su questa piattaforma a partire dal 11/03/2013 venti righe al giorno per cinquantaquattro giorni del suo nuovo romanzo, 9L, gettandolo in pasto agli utenti che possono utilizzarlo come spunto per fare tutto ciò che vi ho descritto poche righe fa.

Il romanzo è un thriller, basato su una storia vera, e racconta di un serial killer che rapisce ed uccide nove donne (in realtà una sopravvive) e nove è il numero perno di tutta la storia (a partire dal titolo 9L, che gli anglofoni appassionati di rebus sanno bene voler dire novel, cioè romanzo).

Ma il romanzo com'è? La piattaforma come funziona? Si riesce a creare qualcosa di carino? Non lo so! È un progetto, un'idea, forse poco più di un gioco, ma, a parte il fatto che il progetto è incubato da H-Farm, che di start-up fuori dal comune se ne intende, il modo migliore per saperlo è andare sul sito e vedere cosa c'è: nella peggiore delle ipotesi, ci sarà un romanzo gratis da leggere. Se poi decideste di andare oltre, di provare a scrivere due righe per il progetto, mandare una foto... beh, fateci sapere

A cura di Diego Rosato

Per approfondire


9L di Marcello Marabotti







0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!