Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 febbraio 2013

LE SIGNORINE DI CONCARNEAU: UN ALTRO CAPOLAVORO DI SIMENON

Le sorelle Guerec gestiscono un emporio in una piccola cittadina bretone
Eccoci, di nuovo, pronti a parlarvi dell'ennesimo capolavoro di Georges Simenon, un altro successo letterario per l'Adelphi, unica detentrice, per l'Italia, dell'immenso carteggio dello scrittore francese.

Questa volta a tornare alla luce sono Le signorine di Concarnau, un libro del 1935, pubblicato nel 1936 e riproposto, per noi contemporanei, nemmeno una settimana fa.

Ritroviamo naturalmente i drammi familiari di tutto quel mondo di Simenon che é altro dal commissario Maigret. Un mondo chiuso verso l'esterno, barricato in case/prigione in cui poco o niente trapela all'esterno.

Ed é proprio questo che hanno tentato di fare le sorelle Guerec, ancelle di una casa che, con il trascorrere del tempo, é diventata un vero e proprio tempio. Immolate al sacrificio e alla devozione per un fratello che più che un dio sembra un vero e proprio fantoccio.

In particolar modo é stata Celine a pianificare l'amministrazione della casa, del negozio, e della vita del fratello Jules che deve rendere conto di ogni sua singola mossa.

Ma si sa, il caso é sempre dietro l'angolo, e nel caso di Simenon é sempre un destino beffardo che renderà Jules protagonista di un evento tragico che, forse, potrebbe portalo alla liberazione e sottrarlo dalle grinfie delle sue terribili sorelle.

Io corro in libreria!

A cura di Clara Raimondi



Le signorine di Concarneau di Georges Simenon, Adelphi, 136 pagg, 16 euro





0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!