Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

13 novembre 2012

LA GENESI DI ALESSANDRO CORTESE



Ho appena finito di gustarmi un romanzo come non mi succedeva da anni: tutto in poche ore, in meno di una nottata insonne, incatenato alle sue pagine. Paradossale, visto che Eden, di Alessandro Cortese, è un libro che parla di libertà.


Certo, sono stato aiutato dal fatto che fossero solo centocinquanta pagine, secondo me un po' poche per un libro fantasy, per di più riempite con caratteri enormi. Pagine insomma che scorrono via in pochi secondi, lasciando senza fiato. Proprio per questo non credo che ciò sia un difetto. Tutto è servito per dare alla storia un ideale ritmo incalzante. Si perché la trama, che si dipana negli ultimi giorni della congiura di Lucifero contro Dio, aveva bisogno di questa velocità, per meglio calare il lettore negli intrighi della città degli angeli.

Un fantasy, ma anche un giallo denso di colpi di scena, tradimenti che si accavallano, pugnalate alle spalle e duelli, con spazio anche per un'inaspettata storia d'amore. Una spy story, con tutta una particolare rilettura del mito della Genesi, in cui una reale conoscenza biblica si fonde con una vena fantastica che permette la presenza di magia, alchimia e revolver, in un'ambientazione gotica volutamente “fumosa” e inquietante. 

Come dicevo, si parla di libertà e se ne parla con forte dosaggio filosofico e con un linguaggio poetico che un po' pesa ma non rallenta la narrazione. Va giù tutto d'un sorso e alla fine ti lascia una bella storia in testa e magari anche un messaggio. 

Almeno per quanto mi riguarda, devo dire che ha decisamente funzionato meglio della Genesi originale.

A cura di Giuseppe Recchia


Eden di Alessandro Cortese, ARPANet, 155 pagg, 12 euro

Il libro ci é stato inviato dall'autore che ci ha permesso di leggere in anteprima anche il secondo appuntamento con la trilogia. Stiamo leggendo per voi Ad Lucem, che uscirà il prossimo 21 dicembre. Accomodatevi sulla panchina!



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!