Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

17 ottobre 2012

CARTOLINE DA KOWLOON


KOWLOON


Kowloon e' la parte peninsulare della citta', dalla parte opposta della baia VittoriaSi differenzia molto dall'isola di Hong Kong, meno grattacieli, centri commerciali a volte un po' fatiscenti, molti indiani e molto curry (a volte misto a odore di fogna). Ma a Kowloon ci sono anche molte belle zone residenziali, un parco dove gli anziani fanno tai chi, musei, mercartini notturni e quelli dei fiori e degli uccellini canterini.


UN TE' AL GRAND HOTEL



Sulla punta della penisola di Kowloon c'e' il leggendario Peninsula Hotel che dai tempi della regina Vittoria continua con la tradizione dell'afternoon tea nella lobby dell'albergo. Ci si mette in fila assieme a molti giapponesi e uomini d'affari che spettegolano al cellulare e dopo una lunga attesa vi viene servito un favoloso te' accompagnato da sandwiches salati, scones con panna e marmellata e altre magnifiche prelibatezze in stile britannico. Mentre l'orchestra suona Gershwin (ed ogni tanto "funicoli funicolà" grande mania degli orientali) e le teiere d'argento tintinnano, sembra di essere lontani anni luce dal traffico che regna fuori dalla lobby.


ABERDEEN


Quando gli inglesi arrivarono sull'isola, si imbatterono nel paesino di Hong Kong  a sud. Chiamarono erroneamente tutta l'isola proprio con il nome di questa piccola località. Quando si accorsero dell'errore ribattezzarono il villaggio di pescatori di Hong Kong, Aberdeen perche' secondo loro era simile alla cittadina scozzese (?!?!). Nel porticciolo protetto di Aberdeen abitano nelle loro barche-abitazioni i tanka, ossia i figli dell'acqua come amano chiamarsi. Sono una popolazione del Guondong che arrivo' sull'isola nel X secolo e fino a qualche decennio fa abitavano ancora sulle loro barche drago praticando la pesca, mentre dal dopoguerra molti di loro si sono stabiliti sulla terra ferma. Noleggiamo un sampan pilotato da un vecchio pescatore tanka dal sorriso dolce e dai pochi denti  e guasti. Ci porta ad esplorare il canale del villaggio dove le imbarcazioni dei pescatori, attrezzate con gommoni, cucine, stanze, barchette. C'e' un forte odore di pesce secco, dato dai gamberetti pressati e poi messi ad essiccare  in cesti sopra alle barche. Mi fa strano vedere i mastodontici grattacieli che dalla costa sembrano avvolgere ed aggredire le poche barche tanka rimaste.


PUBBLICITA'



Questa citta' e' il regno della pubblicita', e' impossibile non ritrovarsi davanti ad un cartellone pubblicitario, anche se alzate gli occhi al cielo. Finalmente riesco a trovare un vecchio film di Bruce Lee in televisione, peccato pero' che ogni dieci minuti di film scattino 15 minuti di pubblicità. Ad un certo punto mi sembra che una televendita stia durando un po' troppo ed inizio a cronometrarla. La reclame racconta la straziante storia di una povera   piccola segretaria che non si meritava mai la promozione perche' aveva il seno piccolo. La poveretta in lacrime si vedeva passare davanti tutte le tettone dell'ufficio. E per non parlare delle povera moglie mai desiderata dal marito perche' pure lei piatta. Che storie di grande disperazione! Ma ora, grazie al collagene dello  squalo artico che noi uccidiamo per te, ti pigli una pillola, ti sistemi un cuscinetto con pompa integrata nei punti giusti, vai a dormire ed al mattino ti svegli con 3 taglie in più!

E finalmente anche tu potrai essere una donna completa e felice.Questa maratona pubblicitaria e' durata 37 minuti (non sto scherzando). Trovo sia un inno all'ignoranza, alla stupidita', al consumismo ed al maschilismo ed e' proprio quello che mi serve per farvi capire molte cose di questo paese. E' ripreso il film con Bruce Lee ma dopo dieci minuti siamo di nuovo in pubblicità. Questa volta delle fotomodelle in lingerie leopardata raccomandano i nuovi water con  bidet integrato. Vado a letto, per oggi ho dato.


Alla prossima cartolina!


A cura di Nicoletta Tul, date un'occhiata alla sua Finestra sul Te



0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!