Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 settembre 2012

PETRONE INEDITO



Sandro Petrone è uno dei volti più noti del Tg2. Abbiamo imparato a conoscerlo nel corso degli anni e grazie al suo lavoro sappiamo tutto dei fatti di cronaca più importanti egli ultimi anni: dagli scontri in Libano fino ai mesi successivi all’attacco delle Torri Gemelle.


Quello che sicuramente non avremmo mai potuto immaginare è che in realtà Petrone nasconde un anima rock. E cosa c’entra questo con il suo ruolo di giornalista? C’entra eccome dal momento in cui, già all’inizio degli anni ’80 con il terremoto dell’Irpinia, ogni incontro e luogo che ha dovuto raccontare per i giornali si sono trasformati in materia fertile per le sue canzoni.

Così per lui sono da sempre esistiti due modi di raccontare la realtà: una più istituzionale ed uno veicolato dalla musica. Per entrambe però non è mai mancata l’onestà prima nei confronti dei lettori e poi dei telespettatori.

Di questi due modi di vivere la notizia Petrone ci ha dato testimonianza ieri al Terracina Book Festival, prima con la presentazione del libro “Il linguaggio delle news” (Rizzoli Etas) e poi con il concerto con la sua band.

“Il linguaggio delle news. Strumenti e regole del giornalismo televisivo” era già arrivato in libreria nel 2004. Nel 2011 Rizzoli decide di ridarlo alle stampe visto l’andamento generale del giornalismo italiano e di quello televisivo in particolar modo.

Che cosa ha imparato il giornalista in anni di reportage dall’estero? Tanto, ma soprattutto che nel nostro paese ben poco è arrivato del modo di fare giornalismo dei paesi anglosassoni.


Un metodo di fare notizia che ha trovato nella potenza delle immagini e nel suono la chiave di lettura della realtà. Un giornalismo che ha piena dimestichezza delle nuove tecnologie e del web e che non ha paura di rincorrere la notizia.

Fin qui la parte manualistica destinata agli addetti del settore mentre per arrivare al cuore dle pubblico Petrone prende la strada della musica.

Abbraccia la chitarra, porta alla bocca la fisarmonica e ci conduce alla scoperta delle sue canzoni che cantano del Libano, di Ground Zero e della sua passione per la musica italiana d'autore.

Il palco del festival si anima e la musica della sua band infiamma il pubblico presente, soprattutto quando salgono sul palco Tony Cercola e Patrizia Scascitelli.

Una serata indimenticabile di cui avrete un assaggio sul nostro canale, insieme alle interviste che abbiamo realizzato con gli ospiti e gli organizzatori del Terracina Book Festival.

A cura di Clara Raimondi


Il linguaggio delle news. Strumenti e regole del giornalismo televisivo di Sandro Petrone, Rizzoli Etas, 364 pagg, 20 euro


1 commenti:

Anonimo ha detto...

812 3357970 [url=http://thisnews.ru/]this news[/url] морская душа
Pentium D 3.40 GHZ цена [url=http://aloudthink.ru/th-3921]aloudthink.ru[/url] ВИЛС
свадебные фотографии цаплиной екатерины [url=http://xchild.ru/defekt-mizhperedserdno%d1%97-peregorodki/]Діти – Ікс[/url] Право социального обеспечения
Cradle of Filth - Her ghost in the fog [url=http://mydepression.info/kompyuternye-virusy/]Психологические тренинги[/url] Sephora

Posta un commento

Lascia un commento!