Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

6 settembre 2012

LA BELLA ADDORMENTATA


Chiusa tra le pareti della sua stanza in lungo sonno eterno, la Bella addormentata non sa del frastuono che si è generato intorno a lei. A differenza della favola di Perrault, la storia di Eluana si svolge nel caos più totale.


Il popolo che doveva dormire con lei o almeno rispettare il suo lungo sonno, si accampa sotto la sua stanza. Giornalisti da tutto il mono tentano di raccontare la sua storia e i giudici si oppongono all'idea di lasciarla andare. Opinioni, idee diverse si intrecciano e lei resta lì, in attesa che il suo destino si compia.

Marco Bellocchio non le vuole le favole facili, quelle da lieto fine. Il suo è un intento, tutto masochista, di mettere le mani nelle pagine più torbide della nostra storia, nei drammi profondi dell'umanità.

Così i topoi di una storia senza tempo si ribaltano e di Eluana Englaro, della sua tragedia, veniamo a conoscenza solo per vie indirette.

La macchina da presa è proprio nel bel mezzo della calca, nei salotti della politica, nel dramma di una madre che vive la stessa tragedia degli Englaro.

Il regista non vuole in alcun modo mettere piede in quella stanza ma concentrarsi nel documentare tutte le voci a cui quella storia ha dato fiato. Perché l'unica cosa certa è che il caso di Eluana ha smosso il nostro paese intorpidito.

Di questo improvviso risveglio, mentre un sipario si chiudeva inesorabilmente, ci racconta il film di Bellocchio che ieri alla sua presentazione a Venezia ha ricevuto sedici minuti di applausi.

Per vederlo nelle nostre sale dovremmo aspettare la prossima settimana ma, già da ieri, in tutte le librerie possiamo ritrovare, in brossura, La vita senza limiti. La morte di Eluana in uno Stato di diritto.

Il libro di Beppino Englaro, scritto in collaborazione con Adriana Pannitteri, uscito dopo la morte della figlia, nel quale si raccontano i 6233 giorni che il padre ha dovuto attendere prima che la volontà della figlia venisse rispettata.

Anni di ricerche, lotte, incontri per affermare la libertà dell'individuo di decidere della propria salute.

A cura di Clara Raimondi


La vita senza limiti. La morte di Eluana in uno Stato di diritto di Beppino Englaro e Adriana Pannitteri, Best Bur, 193 pagg, 10.00 euro


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!