Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

3 settembre 2012

E' STATO SERVILLO


Servillo super star arriva a Venezia con ben due pellicole in concorso: E' stato il figlio di Daniele Ciprì e Bella addormentata di Marco Bellocchio. L'uomo che ha riportato in auge la figura del grande attore italiano, sempre impegnato e capace di scegliere con cura le pellicole e i registi con i quali lavorare è l'unico, grande, protagonista di questa edizione della Mostra del Cinema.

E sulla panchina del lettore non potevamo non parlarvi della pellicola di Ciprì che altri non è che la trasposizione del libro omonimo di Roberto Alajmo.

Nel quartiere Zen di Palermo si vive incastrati in un destino già segnato. Una vita di piccole cose, di momenti vissuti in semplicità con la famiglia, con la costante presenza della mafia che sembra avere diritto di morte e di vita sull'intera umanità.

Vittima di questo schema invincibile è la piccola Sarenella, uccisa durante un agguato. Una tragedia che cambia la vita di tutta la famiglia, compresa quella di Servillo, il padre, che vive alla giornata smembrando vecchie carcasse di navi.

I Ciraulo riusciranno a superare il dispiacere della morte, a trovare quel benessere tanto agognato o il denaro aprirà le porte di un destino ben più difficile?

Toni Servillo non ha dubbi, è il consumismo il nemico della nostra società, proprio come l'accumolo della roba lo è stato un Mastro Don Gesualdo.

Una storia che come quella di Verga supera i confini della Sicilia per diventare universale e senza tempo. Una saga familiare per comprendere i gravi problemi che affliggono, da sempre, la nostra società.

A cura di Clara Raimondi


E' stato il figlio di Roberto Alajmo, Mondadori, 320 pagg, 16.00 euro, in formato e-book a 6.99 euro


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!