Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

14 settembre 2012

CHI BEN INCOMINCIA ...



Ieri serata inaugurale del Terracina Book Festival. Noi di Reader’s Bench c’eravamo e siamo subito pronti a raccontarvi tutto quello che è accaduto in una serata davvero straordinaria.

Iniziamo con il presentarvi questa edizione, la terza per l’esattezza, organizzata da Prospettiva Editrice e dal suo direttore Andrea Giannasi e dall’associazione culturale Ecco Fatto di Irene Chinappi, Massimo Lerose e Simone Di Biasio. Un’edizione interamente dedicata al mondo dell’informazione così come ci è stata presentata durante questo primo incontro con la stampa.


Splendida la location, il ristorante Laghetto Living di Sperlonga, un posto straordinario nel quale oltre alla possibilità di mangiare ottimo cibo, abbiamo potuto assistere all’esibizione dei ragazzi di Torno Giovedì.

Un altro sito web interamente incentrato sulla scrittura e sull’oraganizzazione di eventi al Teatro Parenti di Milano che durante la presentazione del festival hanno dato prova delle loro capacità in un reading molto divertente.


Luigi Carrozzo e Fernando Coratelli hanno chiesto a sé stessi e agli autori del loro sito: Perché scrivi? Il risultato è stata un serie di risposte davvero intelligenti, con una buona dose di umorismo che speriamo di ritrovare pubblicate sul loro spazio web.

Subito dopo abbiamo potuto asistere lle presentazione del libro "L'ombra di Don Giovanni" di Guido Barlozzetti ( di cui vi parleremo nel prossimo articolo).

Oggi saremo di nuovo al Festival per raccontarvi gli incontri, scattare foto e realizzare video ed interviste.

Il programma di oggi prevede:

alle 19.30 la presentazione de "Il Vescovo Oldi” di Fabio Arduini", mentre alle 21.00 assisteremo a "Paese che vai, giornalismo che trovi" di Damiano Celestini. Entrambe di Prospettiva Editrice ed entrambe si svolgeranno in piazza Municipio a Terracina.

Gli ingredienti perché sia un festival da non perdere ci sono tutti e per non mancare nemmeno un appuntamento basta accomodarsi sulla panchina del lettore.

A cura di Clara Raimondi


0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!