Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

8 luglio 2012

LA VALIGIA DI BUTICCHI



Ne ho vedute tante da raccontar, giammai Buticchi narrar.


Iniziate a leggere questo pezzo canticchiando e immaginando lo stesso sottofondo musicale del pachidermico capolavoro della Disney e avrete il sunto dell’incontro di questa sera a Culture Pop.

Il festival dell’editoria indipendente di Cisterna cala il suo asso: Marco Buticchi, l’uomo da un milione di copie, il Ken Follett italiano.

Vi sembra troppo poco? Eppure non sono niente se paragonate alla maestria con cui Marco Buticchi è riuscito a coinvolgere il pubblico presente e niente di lontanamente avvicinabile alla sua misteriosa valigia.

L’incontro, come da programma, delle 21.30 prevedeva la presentazione de La voce del destino, l’ultima fatica dell’autore spezzino, ma niente sulla brochure lasciava presagire quello che sarebbe avvenuto durante.

A fare da relatore Vincenzo Carcello, collega di blog (il suo Corpi Freddi è da non perdere soprattutto se amate il noir), è stata un’altra rivelazione: divertente e soprattutto in grado di smorzare i toni, sempre troppo seri, delle presentazioni.

Un incontro poco convenzionale a partire dala generosità con cui l’autore ha voluto raccontare la sua storia. Racconti di vita, aneddoti, esperienza personali racchiusi tutti nella valigia che si è portato sul palco. Contenitore di libri, di immagini e ricordi e soprattutto della voglia di donarsi completamente al pubblico presente.

Il racconto del libro è diventato anche una riflessione sulla storia de nostro paese e sul suo lavoro di scrittore. Buticchi è inarrestabile, un narratore nato che fa della documentazione storica il caposaldo dell’intera struttura narrativa dei suoi romanzi. Credetemi se vi dico che ogni spunto era l’avvio di una lunghissima digressione, mai noiosa, nella storia e nei suoi misteri più fitti.

La via del destino è un romanzo storico, un saggio o un libro d’avventura di puro e semplice intrattenimento?

E’ questo e molto altro è una storia che parte, come tutti i suoi romanzi, da una folgorazione, un’immagine e un oggetto. Da quell’elemento si scatena una forza inarrestabile che si placa solo con l’avvio delle ricerche che porteranno al pubblicazione dell’ennesima storia mozzafiato.

Luce de Bartolo e la sua incredibile vita sono solo il punto di partenza in un intrigo che dall’Argentina ci porterà in Europa, e viceversa, tra i fatti più importanti della storia contemporanea: l’ascesa di Peron, la fuga dei gerarchi nazisti in Sud America e il mistero intorno alla Lancia di Longino.

Questo e molto altro in un libro che non possono perdersi gli amanti del genere, come del resto è impossibile per un Reader che si rispetti mancare alla presentazione di un libro di Buticchi.

Controllate bene nel programma degli eventi estivi della vostra città, chissà che l'autore non sia in arrivo con la sua misteriosa valigia.

A cura di Clara Raimondi


La voce del destino di Marco Buticchi, Longanesi, 651 pagg, 19.00 euro, in formato e-book a 6.99 euro

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!