Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

5 giugno 2012

Una (mezza) giornata da Reader: incastrato!


La prima buona notizia della giornata è che gli eventi dell'Imaginarium Festival iniziano alle 16:00, quindi per il primo sabato da non ricordo più quanto potrò dormire... E lo faccio!
La seconda buona notizia è che oggi è il 02 Giugno, quindi non si paga il parcheggio: partire alle 15:00, arrivare meno di un'ora dopo e trovare parcheggio a meno di 10 metri dall'Opera Nazionale Combattenti, edificio in cui si svolge la manifestazione, è la seconda goduria della giornata!

Dopo poco che sono lì, arriva l'unico vero motivo per cui ho fatto per l'ennesima volta la Pontina nel fine settimana... No, Davide, non sto parlando di Eleonora, ma di te! Potresti almeno apprezzare, invece di prendertela per qualche battutina innocente su Eleonora!


E infatti i due rompisc... ehm, i miei carissimi amici e colleghi di redazione arrivano poco dopo di me ed insieme ci facciamo un primo giro all'interno per guardare le esposizioni. Il nerd che è in me non può fare a meno di notare alcune piccole chicche, come la riproduzione delle astronavi usate nel telefilm “Spazio 1999” ed avere un piccolo sussulto al cuore!


Neanche il tempo di asciugare una solitaria lacrimuccia che solca la guancia di questo povero nerd romantico, che dobbiamo ritornare giù, perché tutto è pronto per il taglio del nastro... o quasi! Usciamo fuori ed aspettiamo qualche minuto prima che la cerimonia abbia inizio.


Dopodiché si torna tutti dentro: è ora che comincino le presentazioni... E quando cominciano, una domanda riecheggia nella mia mente: ma io che cavolo ci faccio qui? Non fraintendetemi, non sono uno di quelli spocchiosi che nega dignità ad un genere letterario, solo perché non gli piace, però io ed il fantasy proprio non leghiamo! C'è un'incompatibilità insanabile!
Devo ammettere che alla prima presentazione, quella riguardante le pubblicazioni di Moony Witcher, resto positivamente colpito dalla presenza di molti bambini: fa piacere sapere che le nuove generazioni leggono! Solo che ad un certo punto sento parlare di Giulio Cesare ed Annibale bambini ed amici e penso, oltre agli eventuali insanabili contrasti a gli incontestabili tre secoli di età di differenza: alla faccia del conflitto generazionale!


L'evento sembra procedere per fasce d'età o perlomeno questa è la mia impressione quando a sedersi al tavolo sono Francesco Falconi e Luca Azzolini, autori della serie incentrata su Evelyn Starr (sarà parente di Lone Starr? Di Lucky Starr?), personaggio mirato ad un pubblico lievemente più adulto, ma a quanto pare molto apprezzato anche dalle mamme!


Durante la pausa, mi guardo un po' intorno e noto un reperto d'epoca interessante: un cartello che indica il divieto di pascolo, risalente al 1933. E cosa avrà mai di interessante, potreste chiedervi. Il fatto è che ormai da anni Latina mi ospita ed ho avuto modo di entrare in contatto con la Brigata Littoria, gli ultrà del Latina Calcio, e conoscere i loro tipici sfottò da derby con il Frosinone: chissà se quel cartello era utilizzato durante i match contro i ciociari già negli anni Trenta?



Riprendono le attività ed a parlare è ancora Francesco Falconi, questa volta come autore del romanzo fantasy Muses. Davide continua a scrivere, perché tutti gli incontri che si sono succeduti finora sono di sua competenza, Eleonora sembra seguire interessata ed io scatto foto. Confesso che a questo punto il mio grado di attenzione è già un po' calato, ma continuo a notare molto entusiasmo ed interesse da parte del pubblico.


Finalmente, si fa per dire, tocca a me! La prossima presentazione è quella di Fabio Mundadori, uno degli autori dell'antologia “La morte non fa rumore”, di cui vi ho già parlato: sono stato incastrato da Davide con la scusa che il racconto scritto dall'autore emiliano è fantascientifico e non fantasy. Alla fin fine, dato che sono venuto qui a fare le foto, mi posso anche accollare un articolo, che in fondo mi compete... a parte quello che sto scrivendo ora.


Finita la presentazione, scrivo di getto l'articolo, così Davide potrà pubblicarlo già il giorno dopo. A quanto pare, mi farà guadagnare, insieme con le mie foto, qualche nuovo contatto su FB: devo dire che se c'è una cosa che mi piace dei fantasy-addicted, siano autori o fruitori, è la passione che ci mettono e la gran voglia che hanno di stare in contatto tra di loro.

C'è ancora un po' di tempo per la presentazione delle attività di miniaturisti e riviste fantasy che organizzano concorsi, ma ciò che più di tutto attira la mia attenzione, ovviamente, riguarda la saga di Guerre Stellari, nella fattispecie questo quadro!



E così questa giornata di “lavoro” termina come è iniziata: con una solitaria lacrima che solca la mia guancia, prima che Davide ed Eleonora... ah, già, nel frattempo si è aggiunto a noi anche Claudio... mi trascinino a cena fuori contro la mia volontà e che io cerchi di eliminarli, senza successo. Il giorno dopo ci sarà un'altra giornata di eventi, alla quale non parteciperò per via di un'uscita fotografica cui non posso mancare e nella quale ci sarà ben altro fantasy davanti ai miei occhi...


A cura di Diego Rosato






0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!