Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

3 giugno 2012

La morte non fa rumore



Oggi, nonostante io ed il fantasy non abbiamo mai avuto molto da spartire, ho seguito Davide alla rassegna Imaginarium Latina Fest e mi sono occupato della presentazione dell'antologia di racconti “La morte non fa rumore”, di autori vari, tra cui Fabio Mundadori, che presenta oggi il libro.

L'autore emiliano ha scritto uno dei racconti, la cui protagonista ricorda un personaggio di Matheson, sebbene la storia narrata volga molto più sulla tecnologia, di quanto era solito accadere nelle storie dell'autore americano.

Su richiesta della sua interlocutrice, l'autore ci racconta che la scelta del nome Marta, un nome forte, il cui significato è “signora”, è più o meno casuale: nonostante il carattere forte della ragazza, infatti, il motivo della scelta è stato dettato solo dal bisogno di usare un nome esistente sia in italiano che in inglese, espediente letterario per esplicitarne meglio il carattere.

Mundadori parla poi della sua passione per la fantascienza, soprattutto per la narrativa di Isaac Asimov, la cui fantascienza è imperniata di giallo e noir. Per l'autore, infatti, la fantascienza è spesso un motivo scatenante per affrontare altri generi letterari, come appunto il giallo, con più fantasia, sfruttando al massimo la tecnologia e le sue possibili evoluzioni, tecnologia che, come si evince dal racconto contenuto nell'antologia “La morte non fa rumore” non è positiva o negativa, ma solo legata all'uso che se ne fa.

Per concludere, l'autore ci parla delle sue prossime pubblicazioni: è imminente l'uscita di un romanzo giallo molto breve, Occhi viola. Un 'opera con risvolti horror che parla di un poliziotto, il commissario Sammarchi che nella pianura emiliana (non nominata esplicitamente) indaga su un omicidio che si rivela l'inizio di un'avventura molto più complessa nel mondo delle sette sataniche e del narcotraffico. In fase di scrittura, invece, è un romanzo più articolato, con protagonista sempre il commissario Sammarco. L'ultimo progetto di cui l'autore ci parla, prima di congedarsi è un non precisato lavoro steam-punk in collaborazione con un collega scrittore.

A cura di Diego Rosato

Consigli alla lettura:


La Morte non fa rumore” di AA.VV., Ed Mangiastorie, 144 pagg, 10,50 euro

1 commenti:

Diego ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

Lascia un commento!