Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

3 maggio 2012

Tanti Supereroi, tanto divertimento



Il detto dice “Con tanti galli a cantare non si fa mai giorno”. Il rischio che si correva con il film dedicato ai Vendicatori della Marvel era proprio questo, ma il regista e sceneggiatore Joss Whedon è riuscito a creare forse il miglior film supereroistico di sempre.


The Avengers è un film dalla trama molto semplice e basilare in apparenza. Loki, persosi nello spazio dopo la distruzione del Bifrost, ha trovato sostegno e un esercito per poter conquistare la terra, pianeta tanto caro all’odiato fratello Thor. In cambio per il suo nuovo padrone, dovrà riprendere il Tesseract (o Cubo Cosmico), che lo S.H.I.E.L.D sta cercando di imbrigliare per generare energia pulita e illimitata grazie all’aiuto di Erik Selvig.

Nick Fury, una volta perso il Tesseract, sarà costretto a attivare il progetto Avengers, al quale lavorava da anni, riunendo Tony Stark (Iron Man), Steve Rogers (Capitan America), l’asgardiano Thor e il dottor Bruce Banner (Hulk) insieme ai due agenti Shield Natasha Romanoff (La Vedova Nera) e Clint Burton (Occhio di Falco), nella speranza di farne una squadra a difesa del pianeta.
Le basi sono semplici, ma in realtà The Avengers è la fine di una storia molto più ampia, iniziata con il primo film interamente prodotto dai Marvel Studios, Iron Man.

Kevin Feige, produttore del film e direttore dei Marvel Studios, aveva concertato questo progetto durante la produzione del primo Iron Man, riuscendo finalmente a portarlo a compimento quest’anno.


L’arco completo è formato da “Iron Man” 1 & 2, “Thor”, “Capitan America” e ovviamente “The Avengers” (per alcuni va considerato anche il film su Hulk del Louis Leterrier prodotto dalla Universal, ma in realtà è inserito all’interno di questo arco solo per la scena che segue i titoli di coda nella quale compare Tony Stark (n.d.r.). Possiamo definire i primi quattro come lo sviluppo della trama, e l’ultimo come il finale con il botto. La storia può benissimo essere compresa anche senza vedere i film precedenti, ma sicuramente se inserita all’interno di questo ciclo di film, viene apprezzata appieno.

Dall’inizio del film fino alla fine, si rimane incollati alla sedia in un vortice di azione e battute, che diverte e intrattiene, risultando molto godibile.

Whedon è riuscito a creare uno sviluppo della trama, che ci permette di comprendere con i giusti tempi, come queste personalità così forti e diverse possano diventare un team unito e forte. Piccola, e unica, nota stonata è l’eccessiva ricerca, anche attraverso scene grottesche, di generare risate negli spettatori (su tutti la scena fra Loki e Hulk nella Stark Tower).

The Avengers è sicuramente un gran film di intrattenimento, che gli appassionati del genere ameranno alla follia, ma che verrà apprezzato anche da chi non conosce molto l’universo Marvel.

Piccolo consiglio: attendete la fine dei titoli di coda per sapere chi è il padrone di Loki...

A cura di Davide Restelli 

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!