Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

18 maggio 2012

CARTOLINE DA KAMAKURA



Kamakura è stata antica capitale dal 1185 al 1333, ma ora è una deliziosa città di mare circondata da campagne e templi antichi.



Sono moltissimi i siti da visitare, come il santuario delle monete, uno dei templi shintoisti più belli del Giappone, lo Zeniaraibenten, dove da una grotta si accede ad una sorgente naturale. qui i fedeli lavano le loro monete nella speranza di un futuro successo economico.

Il Daibutsu è un Buddha gigantesco, secondo solo a quello di Kyoto, forgiato in bronzo e visitabile anche dall'interno. -ha un peso di circa 380 tonnellate ed è alto 12 metri.Nel 1495 uno tsunami spazzò via l'edificio che lo conteneva ed ora lui è li da solo, coperto dalla soffice neve d'inverno ed al sole d'estate.


Il Hase dera invece è un tempio buddista circondato da magnifici giardini e con un antica biblioteca ricca di manoscritti sacri buddisti.

Jizo è il bodhisattva protettore dei bimbi ed il giardino del tempio è colpetamente riempito da piccole statue di Jizo coperte da bavaglini rossi, ogni singola statuina è stata portata in questo luogo da una madre che ha perso un bimbo piccolo o che ha subito un aborto. La statuetta protegge l'anima del bimbo defunto ed è molto comune vedere pellegrinaggi di donne che pregano per i loro bimbi defunti.

Ai visitatori di ogni tempio viene dato un opuscolo che illustra le fioriture delle diverse piante nei vari mesi dell'anno, i Giapponesi amano molti i fiori ed i giardini ed hanno un culto altissimo in fatto di disposizione del verde, qui il giardinaggio diventa arte e culto.


I fiori più delicati, nei giorni di pioggia vengono protetti da ombrelli di carta di riso, che si abbinano alla tonalità del fiore ovviamente.

Abbiamo finito la giornata con un tè matcha e dei dolci wagashi in una sala da tè che si trova nel mezzo di un bosco di bambù giganti. Nel boschetto si trova un tempio shinotista dove uno shogun fece costruire una piccola casa accanto ad una grotta naturale dove passare la vita dopo il ritiro. Lo shogun era grande amante dei bambù e ne fece piantare più di due migliaia, ora sono diventati un bosco rigoglioso abitato da monaci Zen.


Kamakura è anche vita da spiaggia, qui si ritrovano i surfers giovani e meno giovani e dai boschi Zen passiamo ai ristoranti hula dance stile hawaiiano. SUi pali della luce ed ai semafori enormi aquile osservano i passanti, fate attenzione a non  maneggiare cibo, perché le aquile potrebbero aggredirvi.


Alla prossima cartolina!

A cura di Nicoletta Tul

Nicoletta è al nostra inviata speciale in Giappone, grazie  a lei scopriremo usi e costumi di un paese straordinario. Leggete anche del suo soggiorno a Tokyo.