Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 aprile 2012

IL SENSO DEGLI ALTRI



Nei palazzoni delle grandi città si vive in veri e propri alveari, in appartamenti contigui i cui abitanti nemmeno si conoscono e condividono solo un breve saluto al mattino.


Ai suoi vicini e ai condomini milanesi in cui ha abitato, il giovane Marco Missiroli dedica Il senso degli elefanti , quarta fatica letteraria per lui edita da Guanda.

All’interno di un palazzo di Milano si intrecciano le vite dei diversi inquilini; a gestire e a proteggere la loro quotidianità c’è Pietro, il portiere, che condivide con il suo illustre omonimo solo la vocazione di custode.

Pietro infatti è un ex prete di Rimini che ha lasciato la sua città per risolvere un mistero che si dipanerà solo all’interno del condominio che veglia.

E poi ci sono loro: il dottore, l’avvocato, il ragazzo strambo; solo alcuni degli strani esemplari che vivono nel palazzo e che con il tempo impareranno a prendersi cura uno dell’altro e a superare i propri limiti pur di proteggersi.

Il senso dell’elefante sta proprio qui  nelle cure che essi rivolgono anche ai figli degli altri e che con il tempo noi umani abbiamo perso per concentrarci sul nostro piccolo nucleo.

E’ la vita a riaprire questo confini e a permetterci di scoprire gli altri e le loro storie.


Il senso dell'elefante di Marco Missiroli, Guanda, 235 pagg, 16.50 euro , in formato e-book a 11.99 euro

3 commenti:

Stefania ha detto...

Un romanzo curioso. Soprattutto non riesco a legare il titolo con la trama. Motivo in più per farci un pensierino ;)

Reader's Bench ha detto...

Gli elefanti hanno un senso della famiglia molto allargato ed è questo che l'autore si auspica anche per noi esseri umani. Clara :)

Giulia Sicurella ha detto...

Sinceramente questo è uno di quei libri che trovo un po' "rischiosi":
In teoria sembra una bella idea, intrigante e ingegnosa... Ma se non sviluppata bene potrebbe risultare un po' banale...

Poi devo dire una cosa: io amo le edizioni della Guanda, apprezzo il materiale della copertina e pure quello della carta... Ma i prezzi sono davvero alti!
(Anche quello degli ebook!)

Gi

Posta un commento

Lascia un commento!