Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

23 aprile 2012

Anche oggi è la Giornata della Terra



La manifestazione partita negli anni '70, è diventata ormai un movimento globale che vede coinvolte, ogni anno, miliardi di persone. La giornata della Terra si svolge il 22 aprile di ogni anno, ma cosa possiamo fare attivamente per la nostra Terra?

Intanto come diceva Ernest Hemingway: " La Terra è un posto bello dove vivere e vale la pena lottare di per lei" e quindi partiamo col renderci conto che ogni nostra azione e ogni nostro atto di pigrizia ha dei risultati ed un impatto sull'ambiente circostante.

Ecco qualche piccola regola quotidiana per cercare di diminuire il nostro impatto ambientale:

1. Riciclare, per significa fare la raccolta differenziata dei rifiuti (si, anche se il cassonetto della carta è a dieci minuti di passeggiata da casa!) ma non solo. E' importante ritrovare le abitudini dei nostri nonni che non buttavano via niente che poteva risultare utile, come i sacchetti, la carta scarabocchiata, le scatole, oggetti che possono essere regalati o riutilizzati per lavori di bricolage o lavoretti manuali (vedi i consigli di Natale sui regali riciclati fai da te).

2. Preferire spostamenti in tram, mezzi pubblici o bicicletta, soprattutto in città. Consiglio che fa bene all'aria che respiriamo ma pure al nostro portafoglio, e credetemi dopo aver visto la merce che si può caricare su una bicicletta in Vietnam, io ormai vado al Brico o all'Ikea solo in bicicletta (con grande svago dei passanti).

3. Non esagerare con riscaldamento/condizionatore, è assolutamente normale che in inverno faccia freddo ed in estate caldo, è così da tempi remoti anche se ogni anno il telegiornale li annuncia con panico ed ansia.

4. Cercare di insegnare ai bambini ed alle persone che ci vivono accanto a rispettare l'ambiente nel quale viviamo, anche durante i nostri viaggi in paesi dove la consapevolezza ambientale è assolutamente inesistente. Date il buon esempio!

5. Le fragole a dicembre e gli asparagi peruviani hanno inquinato mezzo mondo per arrivare al supermercato sotto casa, comperatevi un manuale di agraria e studiatevi le stagioni dei vari ortaggi, o semplicemente scegliete la frutta e verdura di stagione che vi consiglia il vostro fruttivendolo di fiducia. In fondo è bello aspettare con trepidazione la stagione delle fragole anche se breve. Ritrovare la stagionalità ci porta ad essere più in sintonia con la nostra magnifica Terra!
Per approfondire:
MANUALE DI ETICA AMBIENTALE  a cura di Piergiorgio Donatelli, Le lettere, euro 19.50

AMBIENTE: CONOSCERE PER EDUCARE, di Rosella Persi,editore Franco Angeli, euro 21.00

L'EREDITA', PROPOSTA PER UN FUTURO SOSTENIBILE, di David Suzuki, Le Orme, euro 14.00


A cura di Nicoletta Tul, affacciatevi alla sua  Finestra sul Té

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!