Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

8 marzo 2012

Marguerite Duras, l'amore e la scrittura



L'Amante è forse il romanzo più celebre della Duras, anche grazie al bellissimo film che riesce perfettamente  a ricreare la magica atmosfera della colonia Indocinese.
La Duras nasce nei pressi di Saigon nel 1914, il padre muore quando è ancora piccola, la madre è un'insegnante sfortunata, il fratello minore la adora quello maggiore la odia. La Duras ha raccontato la sau vita e quella della sua famiglia in molti romanzi ma in nessuno è andata così in fondo, così intimamente come in L'Amante.

Ambientato fra il delta del Mekong e Saigon narra la sua prima storia d'amore, un'autobiografia struggente di una passione viscerale.

Lei ha 15 anni, è bianca e povera, lui ha 32 anni è cinese e ricchissimo, si incontrano su un traghetto, lui nella sua macchina con autista, lei nel suo vestito quasi trasparente ed il suo cappello da uomo.

La Duras è stata a mio avviso una delle scrittrici più importanti del '900, ha inventato la scrittura d'avanguardia, destrutturando la storia e ricostruendola su piani spazio temporali diversi.

Una scrittura che ricorda una sceneggiatura, infatti Marguerite ha anche fatto la regista.

Nella giornata delle donne consiglio a tutte noi (e non solo) di leggere o rileggere questo romanzo, perché oltre al grande amore della sua adolescenza, la scrittrice sul quel traghetto capisce che il suo più grande amore sarebbe sempre stato quello della scrittura.

Una scrittura che lei usava per creare atmosfere e momenti scenografici, fra malinconia, tristezza e passione.

Auguri a tutte le donne!


"L'amante" di Marguerite Duras", Feltrinelli, 128 pagg, 7.00 euro

A cura di Nicoletta Tul, visitate la sua Finestra sul té

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!