Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

7 marzo 2012

4 inaspettati autori sul palcoscenico


Sono arrivati in libreria quattro nuovi libri i cui autori sono tra quelli che avremo dato, fino a qualche tempo fa, tra i meno probabili ad entrare nella nostra lista dei desideri.


Attori ma anche cantautori che attraverso le pagine delle loro biografie fanno il punto della loro esistenza con uno sguardo rivolto verso il passato. Alcuni di loro sono alla prima esperienza letteraria ma tutti sono intenzionati a raccontare il tempo trascorso.

E’ da questo infatti che provengono il successo ed alcuni dei momenti migliori delle loro esistenze ma anche la forza propulsiva per affrontare il futuro.


"Neanche con un morso all'orecchio" di Flavio Insinna, Mondadori, 212 pagg, 16.00 euro

Flavio Insinna perde improvvisamente il padre e questo lo getta nello sconforto più assoluto. Una tragedia che nessuno si sente pronto ad affrontare che diventa particolarmente difficile per un uomo che vive da eterno Peter Pan. A 45 anni, insicuro della sua vita personale e sentimentale, si ritrova senza padre e a fare i conti con sé stesso. Il ritratto che viene fuori da questo libro è doppio: è quello si di un padre che ha fatto da punto di riferimento ma è anche il racconto di un figlio che ha deciso finalmente di crescere.



"La casa sopra di portici" di Carlo Verdone, Bompiani, 282 pagg, 18.00 euro


La casa sopra i portici era quella che il piccolo Carlo Verdone divideva con i suoi ad un passo da San Pietro. E’ tra quelle mura che sono nati i rapporti fondamentali della sua vita e la passione per il cinema. In questo libro il racconto di una vita di un attore, un regista, un appassionato di musica e soprattutto un uomo. Anche qui la perdita del padre ha scatenato nell’autore la necessità di un confronto con sé stesso.




"Dizionario delle cose perdute" di Francesco Guccini, Mondadori Le Libellule, 140 pagg, 10.00 euro


Sempre legata ai ricordi del passato è anche quest’ulima produzione di Francesco Guccini, il cui racconto entra di diritto nella nuova collana Mondadori, Le Libellule. E come insetti leggeri e delicati i ricordi del cantautore si posano sui ricordi del passato. Leggendo questi racconti avrete l’idea di sfogliare un vecchio album di famiglia. Un viaggio che si legge come un romanzo, alla scoperta di un passato non troppo lontano.



"Ho smesso di piangere" di Veronica Pivetti, Mondadori, 160 pagg, 17.00 euro

Fa parte di questi magnifici quatto anche una donna: Veronica Pivetti in questo momento in tv nella duplice veste di conduttrice di Per un Pugno di Libri e nei panni della Prof più famosa della tv. Ma mentre la Pivetti incarnava per noi i personaggi più variegati, serpeggiava in lei il malessere della depressioe. Il libro allora è il racconto di questo lungo periodo nero ma anche del momento della risalita. 


A cura di Clara Raimondi

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!