Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

13 febbraio 2012

Destinazione: Britannia Mews

Per la serie Libri al femminile una proposta direttamente dalla pennna di Margery Sharp, nota ai più per The Rescuers, dal quale la Disney ha tratto Bianca e Bernie. Ma che cosa c’entrano i due topolini con un altro classico della scrittrice riedito da Astoria?


Assolutamente niente anzi, servono da termine di paragone per sottolineare come l’autrice inglese sia in grado di raccontare i sogni e le speranze delle donne, di ieri ma che poi, in fondo, sono gli stessi da sempre.
 
Adelaide Culver è profondamente diversa dai membri della sua famiglia e in barba all’educaizone rigida in cui è cresciuta non sceglie un matrimonio d’interesse ma d’amore con il giovane e spiantato maestro di disegno.
 
Si trasferiscono  nel quartiere di Britannia Mews e anche se il matrimonio si rivelerà ben presto un fallimento  non sarà lo stesso per la vita della giovane Adelaide. Così, quando il marito viene a mancare, piuttosto che ritornare a vivere dai suoi Adelaide avrà il coraggio di continuare a fare scelte in completa autonomia e soprattutto di continuare a vivere a Britannia Mews.
 
Un quartiere che nel frattempo è diventato boheme e il crocevia di artisti e idee. Un luogo alla moda dove sentirsi, finalmente, al centro del mondo.
 
Britannia Mews diventa quindi un immenso piroscafo sul quale sale a bordo la storia di Adelaide ma anche quella della sua città, dei movimenti artistici che la attraversano, dei cambiamenti sociali in atto. Il tutto nel 1857 nel bel mezzo delle lotte delle suffragette per l’emancipazione femminile.

  
“Britannia Mews” di Margery Sharp, Astoria, 384 pagg, 18.00 euro

A cura di Claretta

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!