Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 gennaio 2012

ALBERTO ANGELA

Io non guardo molto la televisione: non voglio fare alcuna polemica, né criticare quelli che la guardano, ma trovo la maggior parte dei programmi noiosi e superficiali, così finisco per non accenderla mai e perdermi anche quelle poche trasmissioni interessanti. Tra queste, ci sono quelle scritte o condotte da Alberto Angela.

Alberto Angela nasce a Parigi nel 1962, figlio di Piero, colonna portante della divulgazione scientifica e culturale della televisione italiana. Proprio con il padre, Alberto inizia giovanissimo a girare per il mondo, apprendendo numerose lingue e, probabilmente, appassionandosi fin da bambino alla ricerca scientifica. Tale passione, inizierà a concretizzarsi con l'iscrizione e poi la laurea in paleontologia all'Università “La Sapienza” di Roma, primo passo di una brillantissima carriera accademica, che comprenderà varie specializzazioni in università prestigiose come Harvard.


A partire dagli anni Ottanta, Alberto Angela inizia un'intensa attività di ricerca in alcune importantissime spedizioni archeologiche, paleontologiche, paleoantropologiche ed antropologiche. Tale attività lo porterà a toccare tutti e cinque i continenti, ottenendo risultati incredibili, come la scoperta di un genere allora sconosciuto di Homo ed altri fossili. Attivo anche nella tutela delle etnie a rischio di estinzione, per ben due volte è stato vittima di attacchi (la prima uno scontro a fuoco, la seconda un sequestro) da cui è fortunatamente uscito illeso.

Il suo debutto televisivo in Italia avviene grazie ad un'emittente Svizzera che gli commissiona un programma di divulgazione scientifica in dodici puntate, successivamente trasmesse nel nostro Paese. Dopo questa prima esperienza, firma come autore e come “inviato” alcuni programmi curati dal padre, come “Il pianeta dei Dinosauri”.

Per SuperQuark, firma alcuni servizi esclusivi, che lo porteranno a prestigiose collaborazioni, ad esempio, con la BBC.
Altri programmi che lo hanno reso celebre in Italia sono “Ulisse - Il piacere della scoperta” e “Passaggio a Nord Ovest”. Anche grazie a questi, nella sua carriera ha ricevuto premi, ad esempio Flaiano, Portico d'Oro, riconoscimenti, come quello di ambasciatore UNICEF e dediche … di un asteroide ed una specie marina.

Nonostante gli indubbi meriti accademici, scientifici e televisivi di Alberto Angela, il motivo per cui oggi è sulla nostra panchina consiste nel fatto che nel 1988 ha iniziato anche la carriera di scrittore e giornalista. Oltre ad un saggio sulla multimedialità nei musei scientifici, ha infatti firmato alcune opere divulgative con il padre sugli argomenti più disparati, dalla gravidanza agli animali marini. Nel 2007 pubblica il suo libro più apprezzato e venduto, “Una giornata nell'Antica Roma”, di cui tratterò in un articolo dedicato, cosa che farò anche per il suo “seguito naturale”, come lo ha definito l'autore, “Impero”, uscito alle stampe nel 2010.


Simpatico, preparato, competente, Alberto Angela è un ottimo divulgatore non solo in video, ma anche sulla carta stampata. Sempre capace di toccare le corde giuste nell'animo del lettore/spettatore, racconta con la giusta enfasi ed una misurata quantità di informazioni, in modo da non appesantire il fruitore, argomenti estrapolati da qualsiasi branca della scienza, con l'eloquenza dell'accademico e l'affabilità del presentatore TV.

Una persona che in vita sua ha percorso decine di strade, ma che sicuramente ha trovato nella divulgazione la sua.

A cura di Diego

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!