Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

14 novembre 2011

STEPHEN HAWKING


Se mi chiedessero una definizione del termine scienziato, probabilmente direi che uno scienziato è una persona che vive studiando una o più scienze, di cui è esperto, applicando metodi scientifici per le sue indagini. Oppure parlerei di Stephen Hawking.

Stephen William Hawking nasce ad Oxford (mi chiedo dove altro avrebbe potuto nascere) l'8 gennaio 1942 (esattamente trecento anni dopo la morte di Galileo Galilei, come lo stesso scienziato ama ricordare) ed è attualmente uno dei più affermati e stimati astrofisici viventi.

Cagionevole fin dalla preadolescenza, durante l'università gli venne diagnosticata una malattia degenerativa ai motoneuroni: inizialmente si pensava si trattasse di sclerosi laterale amiotrofica, invece in seguito fu riconosciuta come atrofia muscolare progressiva.

Nonostante le sue condizioni di salute, che lo hanno portato all'immobilità ed alla perdita della funzione vocale, recuperata parzialmente grazie ad un sintetizzatore vocale costruito ad hoc, nella sua vita è stato autore di studi fondamentali sull'origine dell'universo, sulla teoria della relatività e, soprattutto, sui buchi neri, ha preso parte ad esperimenti sulla gravità zero, si è sposato ed ha avuto tre figli ed è stato per trent'anni professore lucasiano, titolo riservato al titolare della cattedra di matematica a Cambridge, istituita da Henry Lucas ed occupata precedentemente, tra gli altri, da Isaac Newton, George Stokes e Paul Dirac.

Per quanto le sue ricerche sulla gravità quantistica, sulla radiazione emessa dai buchi neri (nota come radiazione di Hawking) e su altri aspetti della fisica, alla quale ha dato un contributo fondamentale, siano senza dubbio ciò che rende Hawking celebre a tal punto da essere citato in romanzi (per esempio, “Molto forte, incredibilmente vicino” di Jonathan Safran Foer), canzoni (per esempio, “Keep talking” dei Pink Floyd) e serie televisive (per esempio, “Star trek - The next generation”), in questo articolo voglio parlare soprattutto delle straordinarie opere divulgative firmate dallo scienziato inglese, come il suo primo libro, il best seller “Dal Big Bang ai buchi neri. Breve storia del tempo” o la sua ultima opera “Il grande disegno” (ad entrambi questi testi abbiamo dedicato un apposito articolo). Insieme con la figlia Lucy ha anche firmato alcuni saggi scientifici per ragazzi, come “La chiave segreta per l'universo”.

La grande abilità di Hawking comprende anche un'ottima capacità di raccontare le più complicate ed astratte teoria della fisica moderna in modo semplice, chiaro ed efficace, con esempi e metafore dirette e pregnanti e quel pizzico di ironia inglese che serve a rendere la lettura meno pesante, ma senza togliere un briciolo di rigore scientifico e precisione alle nozioni. Il fisico inglese riesce a parlare per centinaia di pagine di relatività e meccanica quantistica senza citare nemmeno una formula e senza addentrarsi in dettagli tecnici di nessuna utilità per il lettore medio, garantendo tuttavia a quest'ultimo la comprensibilità degli argomenti trattati. Peccato che proprio non sembri gradire le bibliografie!

Stephen Hawking nella sua carriera è stato nominato membro del M.E.N.S.A, della Royal Society e della Pontificia Accademia delle Scienze, nonostante il suo dichiarato ateismo. Egli ritiene infatti che non solo l'idea di Dio sia superflua per spiegare la realtà, ma anche che la religione in aperto contrasto con la scienza, in quanto limiti l'attività di osservazione e ragionamento di questa ultima, tentando di imporle un'autorità che le limita. Per chi fosse interessato ad approfondire la visione del mondo dello scienziato inglese, consiglio il documentario dal titolo “L'universo di Hawking - Viaggio nell'universo”, trasmesso nel 2010 da Discovery Scienze.

Stephen Hawking merita rispetto e stima per la sua storia, per le sue ricerche, per i suoi risultati e per la sua straordinaria intelligenza. Egli non è solo un ottimo fisico rinchiuso nel suo laboratorio, ma anche un perfetto docente ed un incredibile divulgatore, che si prodiga per portare le sue conoscenze agli altri. Mi chiedo se prima o poi una certa accademia che sta nel nord dell'Europa si ricorderà di tutto questo...

A cura di Diego

5 commenti:

Reader's Bench ha detto...

Bellissimo articolo, ho scoperto questo personaggio straordinario, grazie a te!

Diego ha detto...

Non c'è di che! :)

方松腾 ha detto...

TEN
0402
mulberry handbags
true religion uk outlet
tory burch outlet
rolex outlet
polo ralph lauren
tory burch outlet
omega outlet
swarovski jewelry
ralph lauren outlet
coach outlet
mulberry handbags
ralph lauren outlet
reebok trainers
ralph lauren polo
true religion uk
tory burch outlet
coach outlet online
ralph lauren polo
longchamp handbags
oakley sunglasses
ferragamo shoes sale
rolex watches
mulberry outlet
coach factory outlet
oakley sunglasses
lululemon pants
tiffany jewelry
ferragamo shoes
oakley sunglasses
rolex watches

chenlili ha detto...

2016-4-28 xiaobao
coach outlet
kobe bryant shoes
pandora jewelry
louis vuitton handbags
kobe 9
michael kors canada outlet
louis vuitton handbags
nike air max
jordan retro
coach outlet
oakley sunglasses
adidas originals
ray ban sunglasses
michael kors outlet
nike outlet store
louis vuitton
jeremy scott shoes
michael kors uk
ralph lauren outlet
michael kors outlet
hollister kids
jordan 3 infrared
michael kors outlet
polo ralph lauren outlet
ray bans
cheap oakley sunglasses
oakley sunglasses
fitflops
ugg boots
kobe shoes 11
lebron james shoes
cheap jerseys
nike outlet store
christian louboutin shoes
gucci outlet
coach outlet
ray ban sunglasses
ray ban sunglasses
jordan 4 toro
adidas originals

姚嘉 ha detto...

cheap oakley sunglasses
abercrombie and fitch
cheap nhl jerseys
cheap oakley sunglasses
michael kors handbags
nike roshe
lebron shoes
chicago bulls
raiders jerseys
nike store uk

Posta un commento

Lascia un commento!