Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

28 novembre 2011

Recensione | UN VIAGGIO CHIAMATO AMORE (Sibilla Aleramo,Dino Campana)


Dopo lunghe peripezie in diverse librerie, anche romane, sono riuscita a trovare una copia di questo libro. Sottolineo già in partenza che non si tratta di un romanzo bensì di un carteggio, tra due amanti, Sibilla Aleramo e Dino Campana, nel corso degli anni dal 1916 al 1918.

Non sono due semplici amanti, ma due artisti, poeti e scrittori. Le loro emozioni sono superiori a quelle delle persone comuni, il dono della scrittura gli permette di amplificarle, viverle in una dimensione superiore, distante dalle sciocche parole e promesse che di solito siamo abitutati a sentire.


E' un amore vissuto a distanza. Non ci sono cellulari per chiamarsi o mandarsi messaggi del momento. Le parole devono essere fissate su carta, con la certezza che arriveranno dopo molti giorni e spesso per tramite di terzi. Non c'è contatto fisico: è la lettera stessa l'incarnazione del compagno e delle sue emozioni. 

I due amanti si incontreranno in vari posti in tutta Italia. E' un continuo spostarsi, scappare, inseguirsi. Sibilla ama pazzamente il compagno ma si impaurisce delle sue nevrosi, cerca di allontanarsi ma Dino la insegue, le scrive. Dino non la vuole lasciare, lei è la sua vita. 

Bisogna quindi ricostruire la loro vita insieme attraverso le loro lettere, che non ripercorrrono fedelmente tutti i momenti passati, alcune sono state perse, altre non sono state mai pubblicate. Lettere scritte ad amici ci aiutano a seguire i loro passi fino al loro allontamento definitivo. 

Niente a che vedere con le sfruttate parole d'amore che sentiamo ampiamente ai giorni nostri.
Di certo non un libro di facile lettura. Alcune lettere sono scritte in francese e non è riportata la traduzione, i continui sottointesi e le lunghe note di riferimento tendono a distrarre e annoiare un po'. Richiede quindi un'attenzione viva e la necessaria lettura dell'introduzione che spiega tutto il percorso di vita dei due letterati.
Da questo libro e da “Una donna” di Sibilla Aleramo è stato tratto l'omonimo film “Un viaggio chiamato amore” con Stefano Accorsi e Laura Morante, di Michele Placido.

A cura di Eleonora    
                  
“Un viaggio chiamato amore – Lettere 1916-1918” di Sibilla Aleramo e Dino Campana, Feltrinelli, 130 pagg, 9,30 euro

Voto: 7,5 /10