Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

16 novembre 2011

Recensione | DAI DIAMANTI NON NASCE NIENTE (Serena Dandini)


Serena Dandini diventa autrice per la prima volta con Dai diamanti non nasce niente e ha fin da subito ha la possibilità di parlare della sua passione per le verdure.  

Non solo ortaggi ma il mondo del verde, delle piante e dei fiori nell’accezione più ampia del termine. Una passione che l’accompagna da sempre, fin dalla sua piccola abitazione romana nella quale aveva trasformato il balconcino in una vera e propria giungla. 

Il concetto infatti che è dietro il libro è che nelle piante risiede la magnificenza del mondo e che con un piccolo sforzo possiamo arredare anche uno spazio minimo e contribuire a spegnere il grigiore delle città.

Ma il libro è questo e molto altro: una raccolta di consigli di un pollice verde accanito ma soprattutto un nuovo modo di  parlare di fiori e la scusa per fare un excursus musica, cinema e arte. Tutto quello che è intorno a noi è circondato da verde, ad esso  si sono ispirati tutti gli artisti del mondo. 

Le pagine del libro ci accompagnano alla scoperta dei fiori preferiti dell’autrice e diventa una guida con tutti gli indirizzi di giardini pubblici e privati da visitare. Scopriamo che la rosa è un’avida tentatrice e che musicisti e pittori hanno fatto follie per alcune varietà. Un mondo di curiosità ed aneddoti sui personaggi storici e di costume legati al magico mondo delle verdure. 

Il libro si arricchisce di una grafica straordinaria che si preannuncia tale non fosse altro che per la copertina di Andrea Pistacchi e che si ripete nelle immagini che dividono le diverse sezioni. 

Serena Dandini si è ispirata alla canzone omonima di De Andrè e proprio tra le ultime pagine scopriamo un vero e proprio gioiello: una pagine di una quaderno appartenuta al cantautore con il progetto per la sua casa in Sardegna. Un regalo di Dori Ghezzi che testimonia una passione viscerale per la terra e la natura. 

Il libro si conclude con una serie di appunti giardinieri, indispensabili per annotare le proposte di lettura disseminate per tutto il volume. 

Un testo da tenere sempre a portata di mano, un esempio che testimonia come una passione sia il motore di una trattazione ben più ampia e soprattutto si trasformi in una profonda riflessione sullo sfruttamento e il rispetto della natura.

Un piccolo gioiello che preannuncia una nuova e prolifica carriera per la conduttrice televisiva.

A cura di Claretta


“Dai diamanti non nasce niente. Storie di vita e di giardini” di Serena Dandini, Rizzoli, 326 pagg, 19.00 euro

Voto 9/10





0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!