Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

12 ottobre 2011

JANE EYRE




Mia Wasikowska è arrivata al grande successo grazie a Tim Burton che la scelse per Alice in Wonderland. Ora la giovane australiana è chiamata ad interpretare un dei ruoli più importanti, al cinema come in letteratura, quello di Jane Eyre. 

Come abbiamo già detto, per il caso di Cime Tempestose (presentato all’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia), gli adattamenti cinematografici dei capolavori delle Bronte sono infiniti e parlarne è ogni volta l’occasione per esplorare le possibili interpretazioni del lavoro delle scrittrici inglesi. 

Jane Eyre, a pare mio, è sicuramente l’eroina più moderna ed affascinante tra quelle create in età vittoriana e dalla penna di Charlotte.

Una donna che si è fatta da sola, capace di andare contro tutti e di realizzare il suo sogno di una vita rispettabile , al fianco di un uomo che la ama, in barba alle differenze di classe. 

Vedremo se il film, che si presenta come una rilettura integrale dell’opera, riuscirà ad arrivare al cuore  del racconto. La pellicola, del regista Cary Joji Fukunaga, è nella sale già dallo scorso venerdì.

Un film da non perdere ed un motivo in più per leggere, se ancora non l’aveste fatto:


“Jane Eyre”di Charlotte Bronte, Newton Compton, 320 pagg, 6.00 euro

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!