Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

14 ottobre 2011

DONNE IN GUERRA




Donne in guerra sono le protagoniste delle ultime uscite in libreria. Donne forti e contraddittorie, personaggi del loro tempo, sempre davanti a scelte difficili. 

A loro è dedicato quest’ultimo appuntamento dello Speciale dei tre giorni al femminile. Tre libri ed un classico che non può mancare per raccontare l’universo delle donne, durante uno dei momenti più tragici della storia.

Una puntata di Consigli per gli acquisti davvero speciale, incentrata sul mondo femminile, inquadrato in un determinato periodo:

“La mia anima è ovunque tu sia” di Aldo Cazzullo, Mondadori,  127 paggi, 17.00 euro

Due donne, due protagoniste: Virginia torturata e uccisa dai fascisti e Sylvie, chiamata per delle indagini per conto della famiglia Tebaldi. Solo due cose le accomunano: la città di Alba ed un mistero legato al Tesoro della Quarta Armata. Per il resto possono condividere ben poco dato che la prima è morta nel 1945 e la seconda è una  spregiudicata detective dei nostri giorni. Romanzo storico e mistero di intrecciano in questo libro uscito proprio qualche giorno fa per Mondadori.


“Avevano spento anche la luna” di Sapetys Ruta, Garzanti,  304 pagg, 18.00 euro

Il libro, ispirato ad una storia vera, racconta le tragiche deportazioni dei popoli balcanici nei gulag staliniani. Per la sinossi e per avere maggiori informazioni, potete sfogliare il secondo numero della nostra rivista dedicata all’autunno.


“Le donne dei dittatori” di Diane Ducret, Garzanti, 405 pagg, 19.60 euro

Clara, Nadia, Magda, Felismina, Jang Qing, Elena, Caterina, Mira, sono state mogli, amanti degli uomini più malvagi che la storia ricordi. Che cosa hanno in comune e cosa le ha spinte a legarsi a uomini del genere? Alcune di loro sono rimaste talmente affascinate da voler condividere con loro persino la morte. Un libro per comprendere meglio, attraverso l’analisi di sesso e potere, la storia degli ultimi sessant’anni.


“La ciociara” di Alberto Moravia, Bompiani, 322 pagg. 9.00 euro

L’immagine di questo articolo è tratta dal film omonimo, il capolavoro di De Sica , del 1960. Cesira è una contadina ciociara uscita dalla miseria grazie alla sua avvenenza e al fatto di aver sposato un ricco commerciante romano. Da “signora”, a causa dei bombardamenti che colpisco la capitale, fa ritorno nella sua terra d’origine, accompagnata dalla figlioletta poco più che adolescente. Di mese in mese seguiamo le vicende delle due donne e il modificarsi della carattere della fiera e determinata Cesira. Saranno gli incontri e soprattutto la violenza subita da entrambe a far crollare tutte le certezze della donna che, sulla furbizia e le ruberie, aveva fondato la sua vita.

A cura di Claretta

0 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!