Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

7 settembre 2011

THE QUEEN OF CHINA TOWN


Cholon, il  distretto cinese di Ho Chi Minh City offre scorci meravigliosi di antiche case cinesi coloratissime e con il cortile interno dove bimbi e nonni giocano assieme.
Una zona del quartiere è specializzata in farmacie tradizionali ed erboristerie, dove i profumi, i colori ed i rumori creano un'atmosfera antica ed è divertente cercare di capire se quella cosetta rinsecchita appesa alla porta del farmacista sia un topo morto, un fungo secco o la coda di qualche strano animale. 

Se passeggiate in queste strade non dimenticherete facilmente quest'esperienza olfattiva.

Un'altra zona del quartiere cinese è famosa per i negozi che fabbricano i classici sigilli con caratteri cinesi su misura; io mi sono fatta fare il mio sigillo in caratteri cinesi antichi, sarà poco comodo ma è molto artistico!


Le pagode in stile cinese si trovano ad ogni angolo, sono dedicate all'Imperatore di Giada, agli immortali del taoismo e poi anche a Guan Yin, la dea della misericordia (chi ha seguito un mio corso sulla cultura del tè o chi è un'amante di oolong di sicuro la conoscerà, è la dea che portò le foglie di un magico oolong ad un contadino fedele).

Infine il cibo: in questo quartiere si trovano piccoli ristoranti a gestione familiare o locali specializzati nello "Yum cha", una tradizione di Hong Kong che prevede un buffet di ravioli al vapore e manicaretti di ogni tipo, dalla carne al pesce alle zuppe, il tutto accompagnato da tè oolong.

 Praticamente è un gong fu cha con tanto di banchetto (prossimamente dedicherò un post sulla cultura dello Yum cha sul mio blog).

IL MOTORINO

Torno a parlare del motorino perché è la caratteristica che di più contraddistingue le città vietnamite. Per fortuna il governo impone tasse altissime ai possessori di macchine soprattutto se grandi e così si cerca di evitare che Saigon diventi come Bangkok, una città dove per fare cinque chilometri hai bisogno di quindici ore.

Un motorino può diventare praticamente qualsiasi cosa, ecco una piccola lista delle opzioni:
1. Consegne a domicilio: la maggior parte dei negozi di elettrodomestici, materassi e mobili offre servizi  a domicilio e di solito il pulmino viene sostituiti da un cyclo o da un motorino con rimorchio.

2. Gita di famiglia: Mamma, papà, figli, nonni  e cani, per un totale di 6 persone tutti al mare su un unico motorino.
3. Al mercato: per trasportare la merce al mercato basta caricarla sul sedile dello scooter, ho visto motorini con autista e 20 maiali vivi in apposite strutture di rete, un bufalo (vivo) legato al sedile, una ventina di polli o oche ed una capra circondata da sei sacchi di verdura.


4. il pastore: è molto più comodo pascolare le capre guidando  piuttosto che camminando, infatti anche i pastori pascolano mentre cavalcano il loro scooter.
5. Lavori in corso: gli operai si muovono in motorino e lo usano per trasportarci qualsiasi cosa, basta agganciare un carrello od un rimorchio e si possono trasportare quintali di ferro, spranghe, macchinari ed utensili.


ULTIMO AGGIORNAMENTO SULLA MODA
Ieri sera ho visto alla televisione vietnamita le ultime sfilate per la prossima stagione in fatto di pigiamini, con bellissime modelle che indossavano pigiami, ciabattine ed in alcuni casi pure i bigodini. Preparatevi ad un autunno in arancio e giallo, i colori must della prossima stagione.


Purtroppo questa è la mia ultima cartolina, questa notte sarò su un aereo diretto a Parigi e la mia disperazione non ha limiti. 
Spero di ritornare presto in questo magico paese, di poter vivere nuove emozioni e di potervele ancora raccontare!

Mi piace pensare che grazie ai miei racconti anche voi vi siate sentiti un pò in Vietnam assieme a me, same same but different!
Xin chao!
A cura di Nicoletta
Visitate la sua Finestra sul té e non preoccupatevi, Nicoletta tornerà con una serie di articoli in esclusiva per la nostra panchina.

1 commenti:

Claretta ha detto...

E' stato davvero divertente seguire il tuo viaggio Nicoletta!! Abbiamo imparato che in Vietnam non può mai mancare un pigiamino alla moda, non si sa mai uno dovesse ricevere un importante invito a cena!! :)

Posta un commento

Lascia un commento!