Menu

Reader's Bench Menù PressDisclaimerReaders on tourLibri e...MagazineServiziRecensioniClickContattiChi Siamo Homepage

30 settembre 2011

Giallolatino, Giorno 1



Giallolatino cambia sede e stile.


La manifestazione di Latina, dedicata al giallo, è giunta alla sua quinta edizione e sceglie di farlo dando un’impronta ben precisa.

La maggior parte delle presentazioni si tengono nei bellissimi ambienti della Pinacoteca Palacultura (di cui vi parleremo prestissimo in un articolo) allestita per l’occasione in ogni minimo dettaglio: le foto dei partecipanti al concorso fotografico Visioni in Giallo ricoprono le pareti, il nastro da scena del crimine e una tenda dai decori inequivocabili, aspettano i visitatori all’entrata.


Ma niente paura! La sala, superato l’ingresso, vi accoglierà con una serie di tavolini che ricordano un bar all’aperto o un night di qualche tempo fa.

Davvero una bella atmosfera anche per le scelte fatte per le presentazioni in questa prima giornata: grandi nomi del giallo italiano, romanzi e saggi di approfondimento sempre a tema.


La presentazione di Ruggeri, con il suo Papà Mekong, forse è l’unica nota stonata di un’edizione che promette davvero bene.

L’unico appunto è sulla distribuzione delle varie presentazioni che si prolungano per oltre le 20.30 e che allontano, inevitabilmente, la maggior parte del pubblico.

La prima giornata a Giallolatino è stata anche l’occasione per rivedere alcuni amici di Reader’s Bench come Filomena Cecere e di conoscere nuovi scrittori come Stefano Di Marino.

Ma Giallolatino è anche una serie di eventi collaterali: incontri, reading di poesie e cene con delitto.

Date un’occhiata al sito www.giallolatino.com

Il primo giorno è andato, vedremo se domani le nostre aspettative saranno mantenute.

A cura di Claretta